Ciao Margherita, ho scoperto quasi per caso questa tua rubrica e ti scrivo perché odio il mondo! Non mi sento capita da nessuno. In qualsiasi luogo io vada, qualsiasi persona io frequenti (lavoro, amicizie, ecc…) alla fine vengo delusa. Litigo con tutti per tutto. Gli altri sono ingiusti con me, mi trattano male. Ho 35 anni e non ho una vera amica; il ragazzo che frequento è assente e si fa i fatti suoi. Per i miei colleghi sono una pettegola antipatica. Non ti parlo del rapporto con mia madre che è fatto più da insulti che da altro. Come mai secondo te mi capita sempre di trovare persone del cavolo? Sono forse troppo buona per la schifezza che c’è nel mondo? Grazie, Daniela

Ciao Daniela,

non esiste un mondo schifoso. Esiste il mondo schifoso che noi ci creiamo attorno. E’ un po’ quello che un detto riassume nella frase “il mondo è uno specchio; sorridi e ti sorriderà anch’esso”.

Se ovunque tu vai litighi per tutto e con tutti, forse è il caso di osservare – con tranquillità e senza vittimismo – in primo luogo come tu ti poni nei confronti degli altri; se per caso, non sia tu ad innescare certi tipi di dinamiche che poi portano a litigi e rotture.

Forse – ma solo forse – la radice del problema è quella che tu intuitivamente citi nella tua mail: il rapporto conflittuale con tua mamma, figura primaria e dal cui rapporto formiamo poi  il modello di interazione con gli altri.

Capisco che è più facile e comodo dare la colpa agli altri che prendersi eventualmente una propria responsabilità, ma solo così si possono cambiare le cose.

Anche il tuo ragazzo; io non so se è “latitante per carattere” o se invece, proprio per evitare litigi con te o rimproveri o altro, non ti stia un po’ alla larga.

Io una volta ho rischiato di prendere un morso da un cane. I suoi canini sono arrivati a pochi centimetri dalla mia mano protesa verso di lui, perché lo volevo accarezzare. Ho subito pensato che fosse un cane cattivo. Poi ripensandoci, ho compreso di essere stata io a non aver rispettato i suoi spazi, i suoi tempi di contatto; per cui l’ho infastidito e lui ha cercato di ribellarsi. La volta dopo, infatti, mettendo a frutto gli accorgimenti giusti, siamo diventati amici!

Anche con gli esseri umani non funziona tanto differentemente. Prova a farci caso!

Buon cambiamento!

Margherita

Scrivetemi su info@zetatielle.com , risponderò ad ognuno di voi!!!

Seguite Margherita anche su facebook