Serata d’apertura della lunga serie di eventi, concerti e spettacoli al Parco Dora

9 giugno, ore 20.30 , sopra il palco un pianoforte a mezza coda, sotto il palco cinquanta leggii e cinquanta sedioline.  La piazzetta del Parco Commerciale Dora è gremita, è la sera di apertura della kermesse estiva di ParcoDora live,  e a dare il via alla lunga serie di appuntamenti in cartellone, è uno show inconsueto per una piazza: l’ Orchestra Filarmonica Bosconerese,  diretta dal maestro Giorgio Bolognese.

Sembra un teatro la piazzetta di ParcoDora live,  c’è un silenzio palpabile e molte persone sono in abito da sera. Sono gremite anche le balconate, come fossero un grande palco che ruota tutto intorno.  Il silenzio si rende ancora più assordante, entrano i cinquanta elementi dell’orchestra seguiti dal maestro Giorgio Bolognese, si siedono, in mezzo alla gente, fra la gente,  pochi passi tra le loro sedie e quelle degli spettatori. Il maestro da’ l’attacco e nell’aria si sentono le  note di “Momenti” , il primo dei sette brani in scaletta diretti e composti dal Maestro.

Lo show

Parcodora live : Pinuccio di Striscia la Notizia sul palco di profilo parlo con il maestro bolognese

La serata è all’insegna della varietà. A intervallare, presentare e dare un tocco di ilarità e leggerezza alla serata , appare in suoi esilaranti monologhi Pinuccio. Sì proprio lui il “Pinuccio rispondi”, al secolo Alessio Giannone, dal 2015 inviato fisso di Striscia la Notizia, per cui denuncia casi di malasanità, cattiva amministrazione e inquinamento ambientale nelle regioni del Sud Italia. Pinuccio diverte e strappa risate a non finire  con uno spaccato sulle famiglie italiane alle prese con il temuto “siamo stati invitati a un matrimonio”.

Sfida anche  Bolognese in una composizione sul momento dando note a caso al maestro che le compone velocemente in un breve brano.

La musica riprende. L’orchestra esegue altri tre brani : “I bambini guardano” , in cui si esibisce come solista il maestro Piero Marchetti al sax soprano, “Immenso” e “Calle de Caracol” in cui ritroviamo Marchetti di nuovo in assolo.

Serata all’ insegna delle varie arti da palcoscenico, dicevamo, e infatti il pubblico del ParcoDora viene proiettato nell’arte teatrale tramite Sara D’ Amario, attrice di teatro  nota al pubblico per le sue interpretazioni nelle soap opera “Vivere ‘ e “Cento Vetrine”.

parcodora Live: due tromboni, uno dorato e l'altro color argento posizionati ai lati di una sedia  messa di schiena con un musicista (di schiena) seduto

La D’Amario porta in scena spaccati del suo suo ultimo spettacolo teatrale “50 sfumature di donne”, introducendo a un tema tristemente noto come il femminicidio.

Il silenzio diventa di nuovo palpabile, le luci si oscurano, e Bolognese sale sul palco appoggiando sul pianoforte un paio di scarpette rosse. Le dita volano sui tasti e le note di “2 luglio” riempiono di emozioni tutta la piazzetta di ParcoDora.

L’intervista

Giorgio parlaci di questo brano che hai composto contro il femminicidio

2 luglio è stato presentato in anteprima proprio su questo palco due anni fa. Da allora il brano è trasmesso da Gtt all’interno della metro tutti i giorni. Ho cercato di esprimere nell’ unico modo in cui so fare, con la musica,  il senso di rabbia, impotenza e vergogna verso questo problema che ci  devasta e colpisce ogni giorno. È un brano triste, ma non disperato perché la musica è rinascita e speranza e tale vuole essere il mio messaggio rivolto a tutte le donne che subiscono violenza”.

Sei molto impegnato nel sociale , so che parte dei proventi della raccolta fondi legata alla stagione estiva di Parco Dora andranno alla tua Onlus Charity4All

È vero. Charity4All è una onlus che ho avuto il piacere di fondare molti anni fa. Si occupa di aiutare i giovani artisti emergenti e raccoglie fondi da devolvere ad altre associazioni profit. Metà dei fondi raccolti andranno alla Charity4all e metà alla Croce Rossa sezione Moncalieri. Nella serata finale della kermesse del Parco, il  21 luglio si dichiarerà pubblicamente, tramite la Direzione di Parco Commerciale  Dora,  la cifra raccolta”.

Una lunga carriera artistica

I momenti più emozionanti?

Sicuramente per un compositore come me, i momenti più intensi sono quelli quando dirigi un orchestra con le note dei tuoi brani. Ho ricordi bellissimi con l’orchestra del Regio e della RAI. Ogni volta un’emozione diversa”.

La serata si avvia alla conclusione con un Bolognese inedito : cantaUn giorno d’estate “. Brano rap sigla della Onlus Charity4All, firmato dal paroliere Marco Carena.

Ultimo brano in programma ‘Magia’.

Pare sia stata una serata davvero magica maestro, cosa ne dici .

“Ogni volta che dirigo un orchestra è come fosse la prima volta. Puoi suonare cento volte gli stessi brani, non sarà mai la stessa cosa. Stasera, suonare e dirigere l’orchestra con le persone a un passo da me, sedute praticamente in mezzo agli orchestrali è stata un’emozione unica. Una magia, ho sempre voluto che l’arte venisse portata in mezzo alla gente. Stasera è stata una magia nel vero senso della parola”.

Vi aspettiamo fino al 21 Luglio al Parco Dora!

Previous article#parcodoralive 2019: Raul Cremona
Next articleTree Gees “Heart over me”, il nuovo video
Monica Col
Un lungo passato come cronista de “Il Corriere Rivoli15" e “Luna Nuova”. Ha collaborato alla redazione del “Giornale indipendente di Pianezza", e di vari altri giornali comunali. Premiata in vari concorsi letterari come Piazza Alfieri e Historica ( salone del libro 2019). Cura l’ufficio stampa di Parco Commerciale Dora, del progetto contro la violenza di genere promosso da "Rossoindelebile", e della galleria d’arte “Ambulatorio dell’Arte “. Collabora sempre come ufficio stampa in determinati eventi del Rotary distretto 2031. Ė VicePresidente dell 'Associazione di promozione sociale e culturale "Le tre Dimensioni ", che promuove arte visiva e arteterapia in collaborazione con le istituzioni del territorio. Segue la comunicazione per varie aziende Piemontesi. Ha seguito come ufficio stampa la campagna elettorale di diversi politici sia locali che regionali. Dice di sé: “L’arte dello scrivere consiste nel far dimenticare al lettore che ci stiamo servendo di parole” . È questo secondo me il significato vero della scrittura. Non parole, ma emozioni. Quando riesci ad arrivare al cuore dei lettori, quando scrivi degli altri ma racconti te stesso, quando racconti il mondo, quando racconti l’uomo. Quando la scrittura non è infilare una parola dietro l’altra in modo armonico, ma creare un’armonia di voci, di sensazioni, di corse attraverso i sentimenti più intensi, attraverso anche la realtà più cruda. Questo per me è il vero significato dello scrivere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here