image_pdfimage_print

«Penso solo a cantare, mi interessa questo». Ci siamo chiesti per mesi dove fosse finito. Non se n’era mai andato, anzi è tornato. A Sanremo 2021 tra i Big in gara si esibisce stasera Bugo con la sua “E invece sì”.

L’intervista

Dell’uscita di scena che tanto l’ha reso famoso l’anno scorso non vuole parlare. E ha ragione. Ora torna sul palco per cantare. La sua “E invece sì” è una risposta alla vita in generale, un inno alla spensieratezza.

Segue le orme di quel Ringo Starr che nel 2020 hanno cantato i Pinguini Tattici Nucleari. Nessun omaggio: «”E invece sì” è nata nel 2018, quella dei ragazzi dopo. È comunque una bella coincidenza, anche perchè calcheremo il palco insieme».

Serata cover

Giovedì 4 marzo sarà il momento di “Un’avventura” che Bugo canterà con i Pinguini Tattici Nucleari. «L’ho scelta perché amo Battisti – dice Bugo -. Prima ho scelto lui, poi l’unica canzone che aveva mai portato al Festival. La scelta dei Pinguini poi è stata naturale».

Con la band di Bergamo Bugo aveva già condiviso la gara a Sanremo 2020. «Nonostante gli anni d’età che ci separano – sorride – e che mi fanno sentire più come un padre nei loro confronti, abbiamo una sintonia perfetta. Non potevo non pensare a loro».

L’album

Uscirà venerdì 5 marzo esce l’album “Cristian Bugatti”, nomen open. Il progetto contiene nove brani, di cui cinque inediti tra cui anche quello in gara a Sanremo. E poi “Meglio” che vanta un featuring dei Pinguini Tattici Nucleari, compagni di cover sanremese.