image_pdfimage_print

In programma per la primavera 2020, ma rimasta in stand by per colpa del lockdown. Si è atteso con pazienza che la situazione migliorasse e, strettamente ligi alle regole covid-19, Milano può aprire le porte all’arte e ai suoi artisti e iniziare la sua Milano ArtWeek.

Anche quest’anno abbiamo voluto mantenere questo importante appuntamento con l’arte contemporanea per dare il segno della vitalità delle istituzioni e delle gallerie che operano nel settore, pur con tutte le limitazioni che l’emergenza sanitaria impone”, dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno“.

Miart in streaming

E’ un’edizione speciale, quella di quest’anno. L’emergenza sanitaria ha fermato tutto. Per questo sarà speciale e nuova la rassegna artistica di Milano ArtWeek. Una settimana di mostre, inaugurazioni e iniziative dedicate al mondo dell’arte contemporanea, molte delle quali fruibili in presenza, sempre in collaborazione con miart. La fiera internazionale di arte moderna e contemporanea organizzata da Fiera Milano per questa edizione sarà realizzata in versione digitale, in attesa della prossima già programmata per l’aprile 2021. 

Una nuova edizione dicevamo, ma il modello resta lo stesso. Il Comune di Milano Cultura, istituzioni, fondazioni, soggetti pubblici e privati si sono prodigati nell’allestimento di un programma di iniziative dedicate all’arte moderna e contemporanea. Tutti insieme si sono coinvolti per offrire al pubblico i propri spazi espositivi oppure offrendo contenuti di approfondimento on line e in streaming.

“Questa quarta edizione di Milano ArtWeek conferma l’obiettivo strategico dell’alleanza tra pubblico e privato che Milano ha saputo costruire negli ultimi anni, coinvolgendo nella programmazione della vita culturale della città istituzioni e operatori, curatori e artisti che trovano qui il modo e lo spazio per esprimere il loro pensiero creativo e realizzarlo in piena libertà, nel quadro di una solida regia pubblica”. conclude l’Assessore alla Cultura.

Milano ArtWeek una stanza rossa con luci rosse e uno schermo

Milano Art Community

Tra le novità di quest’anno, la presenza di Milano Art Community, un gruppo di importanti gallerie d’arte contemporanea milanesi che, in occasione di Milano ArtWeek, mercoledì 9 terranno aperti i loro spazi dalle 15 alle 22 per una “maratona” con una serie di eventi speciali. 

Sabato 12 settembre, inoltre, l’ingresso al Museo del Novecento sarà gratuito, grazie alla main partnership con Banca Generali. L’ingresso è contingentato ed è consigliata la prenotazione su Vivaticket. “Siamo orgogliosi di affiancarci al Comune di Milano per tornare a sostenere e promuovere un’iniziativa d’eccellenza. Negli ultimi anni ha avuto grande successo avvicinando migliaia di persone alle mostre e alle collezioni importanti custodite nella città” ha dichiarato Michele Seghizzi, Direttore Marketing e Comunicazione. Banca Generali, infatti, oltre ad arricchire il calendario di iniziative digitali, sostiene la Milano ArtWeek anche con una mostra fotografica virtuale a scopo benefico sulla Venezia del lockdown ritratta da Michele Alassio (sul sito www.ourdarkesthour.it).  

Milano ArtWeek una galleria di fotografie appese

Gli appuntamenti

Tante le iniziative “dal vivo” nel programma della Milano ArtWeek 2020. Dalle performance ospitate dal PAC Padiglione d’Arte Contemporanea all’interno della rassegna “Performing PAC. Made of Sound”, fino alle molte nuove mostre allestite in diversi sedi. 

Il Museo del Novecento, offrirà diversi appuntamenti. Oltre al focus sul pittore astrattista Valentino Vago, vede durante questa settimana l’esposizione dell’opera vincitrice del Premio Acacia e l’apertura della personale dedicata a Franco Guerzoni, dal titolo “Accudire il frammento”.

A Palazzo Reale, “Out of the blue”, un viaggio nella tradizione della calligrafia compiuto da sei artisti cinesi contemporanei che si sono lasciati ispirare dal medium Alcantara®.

Allo Studio Museo Francesco Messina si passano il testimone le artiste Maria Cristina Carlini e Roberta Colombo. Invece, la Casa Museo Boschi Di Stefano espone una serie di opere grafiche inedita di Ugo La Pietra e il progetto espositivo “Acqua Fuoco Plastica Metalli” di Giovanna Giachetti. Il Museo della Scienza e Tecnologia propone la mostra fotografica “Milano Città Aperta” e “La voce dei metalli”, monografica di Roberto Ciaccio. Infine, Casa degli Artisti ospita l’intervento “Casa delle Artiste” degli artisti del collettivo Gina X, realizzata ad hoc per Milano ArtWeek 2020; così come progetti speciali – fisici o virtuali – sono stati pensati e realizzati per questa edizione da Futurdome, Dimora Artica, Fondazione Pini, Assab One e Mars Milano. 

Due nuove opere per Artline Milano nel parco Citylife

Due nuove opere di “ArtLine Milano”, il progetto di arte pubblica che si sviluppa nell’area parco di CityLife. Un percorso articolato di venti opere permanenti.

“New Times for Other Ideas / New Ideas for Other Times” di Maurizio Nannucci e “Beso” di Wilfredo Prieto si andranno ad aggiungere alle prime sei sculture site-specific già installate all’interno del parco.

Le opere presenti sono state realizzate dagli artisti Riccardo Benassi, Judith Hopf, Ornaghi & Prestinari, Matteo Rubbi, Pascale Marthine Tayou e Serena Vestrucci.

Oltre alle opere già posate sono in progettazione, tra le altre, quelle di Rossella Biscotti, Shilpa Gupta, Adelita Husni-Bey, Jeremy Deller, Mario Airò, Alfredo Jaar, Kiki Smith.

L’inaugurazione si svolgerà mercoledì 9 alle ore 19 presso il Parco di Citylife. Le due sculture si andranno ad aggiungere alle prime sei già installate all’interno del parco.

Parco citylife a Milano con un prato grandissimo e un edificio fatto a vela

Info e credits


Il Comune di Milano partecipa ad ArtWeek 2020 con i suoi istituti culturali.

PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Museo del Novecento, Palazzo Reale, Studio Museo Francesco Messina, Casa Museo Boschi Di Stefano, Acquario Civico

Info e altre iniziative legate al progetto su www.artlinemilano.it

Anche Fondazione Prada, Pirelli Hangar Bicocca, La Triennale, Gallerie d’Italia, Fondazione Stelline, Museo Diocesano, Casa Testori sono protagonisti della Milano ArtWeek 2020. Proporranno le proprie collezioni ed esposizioni temporanee d’arte moderna e contemporanea. Giornate a ingresso gratuito, contenuti video speciali, dirette streaming e altro ancora sono in calendario nelle diverse sedi durante tutta la settimana.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.milanoartweek.it

Save the date

Per gli orari di apertura delle mostre nella settimana dal 7 al 13 settembre consultare i siti web delle istituzioni. I musei civici resteranno aperti tutti i giorni dall’ 8 al 13 settembre

Confermata anche quest’anno l’Art Night nella serata di sabato 12 settembre. La serata prevede l’apertura straordinaria di alcuni spazi no-profit che aprono gratuitamente le loro porte ospitando eventi speciali dedicati all’arte contemporanea. 

Programma completo, agenda eventi ed elenco soggetti partecipanti day by day sul sito ufficiale di MilanoArtWeek