AL VIA IL PROSSIMO 25 SETTEMBRE “GLI STATI GENERALI DEL MONDO DEL LAVORO”

4 giorni, 11 location, 33 eventi, 90 speaker: a Torino un nuovo modo di pensare il lavoro

Per migliorare il mondo del lavoro e per renderlo innovativo e sostenibile, bisogna coniugare tradizione e innovazione”, così afferma Pier Carlo Barberis fondatore e organizzatore della manifestazione.

Un numero di cambiamenti relativamente piccoli nell’ambiente che ci circonda può avere un effetto straordinario sul modo in cui ci comportiamo e su ciò che siamo. Il fondamento delle epidemie di successo è la salda convinzione che il cambiamento sia possibile, che le persone possano trasformare radicalmente il loro comportamento o le loro convinzioni se esposte allo stimolo adatto. Qual è la prima condizione perché ciò avvenga? La concentrazione di risorse in poche aree chiave”.

scritta: STATI GENERALI DEL MONDO DEL LAVORO

GLI STATI GENERALI DEL MONDO DEL LAVORO

Con questo presupposto hanno preso forma gli Stati Generali Mondo del Lavoro, un contenitore inclusivo nel corso di 4 giorni, conditi da 33 appuntamenti in 11 location di Torino, dove si alterneranno oltre 90 speaker. Istituzioni, multinazionali e PMI, imprenditori, manager, parti sociali: tutti i principali attori del mondo del lavoro si ritrovano dal 25 al 28 settembre nel capoluogo sabaudo per confrontarsi, condividere prospettive e soluzioni concrete.

Tre punti di forza

Innovazione, sviluppo e sostenibilità sono i tre punti cardine di una manifestazione aperta al pubblico che abbraccia diverse tematiche sempre più centrali per aziende e lavoratori: sostenibilità, labour innovation, welfare, le ricadute occupazionali dei grandi eventi, etica e felicità sul luogo di lavoro, il concetto di come la diversità sia un elemento di forza in azienda, un intero programma dedicato all’universo femminile, un Job Meeting con oltre 60 aziende coinvolte, un focus sulle start-up che stanno portando innovazione nella gestione delle risorse umane e molto altro ancora.

IL PROGETTO

L’idea degli Stati Generali Mondo del Lavoro nasce da una mia convinzione maturata in oltre 30 anni di attività professionale nella direzione delle risorse umane – spiega Pier Carlo Barberis, fondatore dell’evento – Per migliorare il mondo del lavoro e per renderlo innovativo e sostenibile, bisogna coniugare tradizione e innovazione. Come realizzare il giusto mix? Creando un momento in cui facciamo incontrare best practices che arrivano da lontano con metodologie e idee innovative. A Torino sono nate tante cose e proprio da questa città potrebbe partire una positiva contaminazione tra esperienza e innovazione nel mondo del lavoro”.

Tendenze innovative

La strategia dell’Amministrazione comunale è di cogliere le tendenze più innovative – spiega Alberto Sacco, assessore al Commercio e alle Attività produttive della Città di Torino – per portare la città nel loro flusso, combinando insieme digitalizzazione e sostenibilità, mobilità e riqualificazione urbana. Torino alimenta così i suoi skill più preziosi e semina nuove idee e nuove prospettive per generare valore, benessere, qualità. Un laboratorio sempre aperto che in ogni epoca ha saputo anticipare i tempi e trovare le migliori strade per proseguire il suo cammino”.

WELFARE E LABOUR INNOVATION

Al Museo del Risorgimento (giovedì 26 settembre) si affronterà il tema del Welfare in tutte le sue sfaccettature, e nel pomeriggio ad un confronto sulla Labour Innovation in cui parteciperanno Carlo Cottarelli, Claudio Durigon, Francesco Rotondi e responsabili HR di straordinarie realtà come Lamborghini, Mondadori, Crédit Agricole, Bosch e Pininfarina.

Siamo di fronte un cambiamento epocale della società, dell’economia, dell’impresa e di conseguenza del mondo del lavoro. La sfida che ci attende è capire come cogliere le opportunità e come governare le criticità che il progresso porta con sé, abdicando a letture ideologiche dei processi e ispirandosi il più possibile al senso di realtà”, spiega Francesco Rotondi, Giuslavorista e Managing Partner LabLaw.

TORINO, CITTA’ LABORATORIO DEL FUTURO DEL LAVORO

Gli impatti dell’innovazione tecnologica coinvolgono tutti gli aspetti di mondo del lavoro: dalla trasformazione spazio-temporale della prestazione lavorativa all’esigenza di ridefinire concetti tradizionali come il lavoro subordinato e autonomo, alla valutazione della performance del lavoro come elemento sempre più emergente fino alle relazioni tra imprese e sindacati e ai nuovi paradigmi della contrattazione.

All’emergere, poi, di nuove istanze come la privacy e il concetto di benessere quale driver guida delle moderne organizzazioni del lavoro. Da ultimo da non sottovalutare la tentazione di alcuni di tornare a vecchi schemi per gestire il futuro. Su tutti questi temi decisivi la quattro giorni degli Stati Generali del Mondo del lavoro vedrà la città di Torino come città laboratorio del futuro del lavoro“.

SVILUPPO, INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’

Sono tre gli eventi all’interno del programma che richiamano il leitmotiv della manifestazione. Al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino (Venerdì 27 settembre) l’appuntamento più atteso: “I cambiamenti nel mondo del lavoro: sviluppi e opportunità”.

“Benvenuti nella città dell’Innovazione e della Sostenibilità” è in programma invece al Piccolo Regio (mercoledì 25 settembre)

“La svolta della Sostenibilità e il ruolo della Social Innovation: people, impact & growth” sarà invece il tema dell’incontro in Nuvola Lavazza (sabato 28 settembre)

I GRANDI EVENTI

Torino non poteva essere sede più idonea per una giornata dedicata ad un’ampia analisi di quanto ruota attorno ai grandi eventi. (il programma completo)

Giovedì 26 settembre

al Museo dell’Automobile verrà affrontato il tema “Turismo, sport e cultura: gli effetti dei grandi eventi sull’economia e sulla ricaduta occupazionale”, con un focus sulle Atp Finals che la città di Torino si è aggiudicata per un quinquennio dal 2021 al 2025.

AL PALARUFFINI DAL 25 AL 27 SETTEMBRE

Il Palazzetto dello Sport Ruffini ospiterà tre importanti appuntamenti.

Mercoledì 25 settembre

“Job Meeting”, ovvero oltre tremila ragazzi e ragazze attesi e oltre 60 aziende presenti in cerca dei talenti di domani.

Alle ore 10.30, associazione STEM BY WOMEN con l’evento “Benvenuti nel mondo STEM“.

Giovedì 26 settembre

HR Tech”, vale a dire una community di start-up e aziende consolidate che presenteranno soluzioni innovative in ambito human resources.

Venerdì 27 settembre

Diversity Day”, non solo un evento di incontro e matching tra domanda e offerta bensì un progetto integrato al servizio di aziende, candidati, università, istituti scolastici e istituzioni. Un pomeriggio ricco di speech ispirazionali, con il supporto della Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici e la Consulta per le persone in difficoltà, sul potere della diversità che significa soprattutto l’accettazione della diversità di ogni ordine e grado.

Alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Dal 26 al 28 settembre

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, grazie alla collaborazione di donne artiste, atlete e manager, simbolo di talento al femminile, sarà invece teatro di tre giorni (dal 26 al 28 settembre) sul mondo femminile.

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

#ISEEYOU LIDIA DICE

LeadHer (giovedì 26 con l’evento “Parità diversa: empowerment, cambiamento ed evoluzione aziendale”, Re Rebaudengo),

WINS – Word International School of Torino (venerdì 27 con Woman in Charge – WINS / Valori, professioni, relocation e famiglia)

Winning Women Institute (sabato 28 Gender Equality Certification).

GLI STATI GENERALI DEL MONDO DEL LAVORO ALLA STRATORINO –

Domenica 29 settembre

Spirito di sacrificio, mai arrendersi, rispetto delle regole e degli avversari, lavorare come una squadra dove l’io deve lasciare spazio al noi. Le aziende avranno l’occasione di portare questi valori alla STRATORINO! Tramite la segreteria organizzativa degli Stati Generali infatti, le realtà imprenditoriali non solo piemontesi, potranno iscrivere alla storica corsa targata La Stampa un team composto da almeno cinque runner e concorrere per aggiudicarsi il 1° Gran Premio Stati Generali Mondo del Lavoro (partenza in piazza Castello).

IL PRIMO FESTIVAL DEL CORTO SUL LAVORO

Gli Stati Generali del mondo del lavoro hanno promosso anche il primo festival sul cortometraggio dedicato al mondo del lavoro, coinvolgendo oltre 2000 videomaker, costruendo di fatto un ideale ponte tematico verso Torino Capitale del Cinema 2020. I cinque video finalisti saranno proiettati nella suggestiva Sala del Tempio del Museo del Cinema e i vincitori saranno premiati durante la Cena di Gala al Palazzo della Luce (26 settembre).

BUSINESS INNOVATION NIGHT CON WALTER ROLFO

“L’Arte di Realizzare l’Impossibile” è l’ultima produzione di Walter Rolfo e di Alessandro Marrazzo, frutto di 11 anni di indagini nelle neuroscienze. In un momento storico in cui per molte aziende è già difficile realizzare il possibile, il format mostra le strategie di pensiero che portano a raggiungere obiettivi impossibili.

CHARITY

Gli Stati Generali Mondo del Lavoro sostengono “Fondazione Specchio dei Tempi”, il “Centro Cardiologico Monzino” e il “VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo”

Fondazione Specchio dei Tempi

Oltre 40 progetti attivi, a Torino, in Italia e nel mondo. Dalla storica sottoscrizione delle “Tredicesime dell’Amicizia” alla nuova campagna “Madri Sole” per le mamme disagiate, passando per le 26 scuole ricostruite in tutto il mondo: da 65 anni la Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi trasforma i vostri soldi in aiuti concreti. Il nostro ultimo sogno è ristrutturare il day hospital oncologico del Sant’Anna di Torino.

VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo

E’ una organizzazione non governativa che si occupa di cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale in 40 Paesi, soprattutto a favore dei bambini e giovani più vulnerabili. In Italia promuove e organizza attività di sensibilizzazione, educazione, formazione per lo sviluppo e la cittadinanza globale.

Il Centro Cardiologico Monzino

Il primo ospedale in Europa interamente dedicato al trattamento medico/chirurgico e allo studio delle patologie cardiovascolari. La sua attività si ispira a valori quali l’elevata specializzazione, la ricerca, l’interdisciplinarietà e la continuità del servizio finalizzati a mantenere al centro delle proprie attività l’attenzione per la persona.

Approfondimenti sugli eventi, tutti i partecipanti, gli oratori e il programma completo nell’articolo