L’arte si racconta… Storie di Quarantena resiliente, questo il nome dell’iniziativa dell’Associazione Le Tre Dimensioni che ha fatto partire da Torino, durante tutto il periodo del lockdown, un progetto che ha coinvolto cinquanta artisti su tutto il territorio nazionale piú un laboratorio sociale di arte terapia. Un modo in cui l’arte ha raccontato e si è raccontata in quei giorni difficili, un modo in cui artisti, per lo più sconosciuti tra loro, hanno fatto rete e sono andati avanti.

Sono cinquanta opere con abbinati cinquanta racconti riflessioni e poesie. Cinquanta persone che da Nord a Sud dell’Italia hanno comunicato con un linguaggio universale, quello dell’arte. Un abbraccio di colori, frasi, emozioni che è partito dalla pagina Facebook de Le Tre Dimensioni il 29 marzo, ed è andato avanti fino al 23 maggio. 56 giorni d’arte. Di storie di Quarantena resiliente. L’iniziativa, per il suo significato ha ottenuto i patrocini di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Circoscrizione IV Torino.

Storie di Quarantena Resiliente, parte da Torino il progetto che ha visto in campo 50 artisti. Tigre bianca su bandiera italiana
COME UNA TIGRE BIANCA opera di Michela Musone (smalti su tela) cm 50×35

L’arte ci ha reso liberi, l’arte è Resilienza

Questo periodo è stato per tutti noi “surreale”, nessuno aveva vissuto un momento così in passato, o almeno, l’aveva solo letto o visto o sentito raccontare nei libri di storia, ma mai vissuto sulla propria pelle”. Racconta Michela Musone, artista e Presidente dell’Associazione culturale e di promozione sociale Le Tre Dimensioni.
Questo quando succede ti “disorienta”, ti “destabilizza”, ti fa vivere una realtà che non è la tua o almeno non quella che vorresti, ed è proprio qui che ti viene incontro l’arte in questo ti aiuta a entrare in una dimensione diversa, in una realtà parallela, senza tempo, senza regole, senza restrizioni o obblighi e limitazioni, seppur “chiusi”, ma ” liberi” di esprimerci, di impegnare la mente, di sognare di usare mani e cervello.

bambino che giarda il lago
L’ATTESA opera di Michela Mirici (olio su tela 50×70)

Non è semplice spiegare cosa si prova quando si dipinge o si scolpisce. Le sensazioni che ti danno, per me, sono “Ossigeno Puro”, sono Vita, Emozione, Eccitazione, Agitazione e Passione! Tutto! L’arte ha dato, nuovamente, la possibilità di “Sopravvivere” di “Resistere”, ecco la “Resilienza”, in un momento storico così tangibile seppur astratto, così “rumorosamente silenzioso”.
Tutti Noi possiamo dire di aver vissuto la “Storia”, e si questa volta si abbiamo vissuto davvero tutti insieme e tutto il mondo LA STORIA.

E questa STORIA, Le Tre Dimensioni, l’ha voluta raccontare. Con Opere che ci arrivavano tutti i giorni da tutta Italia e veri e propri Racconti di Quarantena e Resilienza, creati da Monica Col, scrittrice e giornalista pubblicista, con cui ho fondato Le Tre Dimensioni. Tutto senza esclusione di colpi, con tutta la Passione e l’amore per l’Arte. Come dico sempre io e lo dirò sempre perché lo penso: “L ARTE TI RENDE IMMORTALE”.

Se vuoi vedere tutte le opere e i racconti della Quarantena clicca qui

Il laboratorio sociale di arte terapia

Il progetto ha coinvolto anche, con 15 artisti, il laboratorio sociale di arte terapia di Beinasco (TO) coordinato e promosso dall ‘Artista Fabiana Macaluso. Un luogo dove persone anche diversamente abili trovano nell arte la forza di superare il loro disagio. Di creare, di sentirsi parte di un gruppo. Un luogo dove l’arte è terapia, linguaggio, comunicazione, forza e resilienza

Storie di Quarantena Resiliente, parte da Torino con le tre dimensioni il progetto che ha visto in campo 50 artisti. Opera di Chiuto
I COLORI DEI SOGNI opera di CHIUTO del Laboratorio sociale di arte terapia

Partecipare al progetto di mostra virtuale Storie di Quarantena Resiliente, ha regalato al nostro laboratorio tantissima gioia di creare – spiega Fabiana -. Perchè ha incoraggiato gli artisti a lavorare su nuove tele in un momento in cui il laboratorio è chiuso per l’emergenza Coronavirus. Ha dato il coraggio a tutti di impegnarsi da soli, ognuno nella propria casa, per mettersi in gioco con l’arte. È stato un grande incoraggiamento per i miei alunni e per me a non arrendersi.

La mostra, il video, il libro testimonianza

Il progetto non si ferma qui, perchè tutte le opere con i relativi racconti saranno parte di un libro testimonianza sulla Quarantena. La pubblicazione conterrà oltre alla raccolta di opere e racconti anche la testimonianza di un medico di base di Torino che adotta l’arte come metodo di approccio emozionale e empatico e che è stato colpito da COVID-19 durante lo svolgimento del suo lavoro durante la fase più acuta dell’emergenza.

Storie di Quarantena Resiliente, parte da Torino il progetto che ha visto in campo 50 artisti.
UNA CITTÀ, UNA BICICLETTA opera di Giovanna Ciquera (acrilico su tela 60×70)

Previsto anche un video che raccoglierà tutte le opere e un momento mostra aperto al pubblico. Qui gli artisti con l’associazione e le Istituzioni che hanno patrocinato l’iniziativa, racconteranno la loro esperienza di Quarantena. La data, viste le restrizioni esistenti non è ancora stata stabilita. Si pensa all’autunno inoltrato.

Gli artisti partecipanti

Di seguito i nomi di tutti gli artisti partecipanti. Perchè ognuno di loro ha creato arte e ogni nome è un tassello di resilienza.

Rita Conti – Giovanna Ciquera – Edith Marella – Serena Calamo–Daniela Capasso – Anna Rota Milani – Marisa Foresti–Erna Fossati – Francesca D’Alessio- Isabella Macchi – Melissa Abate Daga–Francesca Gagliano – Caterina Bosco – Fernanda Sacco – Fiorella Boldrin -Angela Cocimano – Daniela Soccol- Babua – Cosimo Gatti – Liliana Betta – Sary Bruni – Nicola Borsalino – Simonetta Pelizzari – CHIUTO – Michela Mirici – Manola Donatella D’Autilia – Giuseppe Castelli – Serenella Veronese – Gloria De Marco – Teresa Maglione – Davide Favaro – Maria Cicconetti – Gino Angelo Torchio – Maretta Capossela – Aurora Grimaldi – Ida Marcer – Maturro Gerardo – Rosalba Castelli – Giovanna Mavilia – Cinzia Rosa – Roger Bomben -Mara Quairoli – Monica Cavestri – Francesca Aniceto – Gonzalo Moreno Moreno – Monia Biasin – Karla Gavrinova – Fabiana Macaluso – Michela Musone- Monica Col