image_pdfimage_print

Il Festival Dantesco si apre alla platea universitaria, proponendo una sei giorni dantesca con ospiti, anteprime, curiosità e con l’ormai tradizionale Concorso performativo

700 anni di Dante, una ricorrenza a cifra tonda che in questo 2021 ha visto celebrazioni di ogni tipo e ovunque. Non poteva quindi mancare, certamente, il Festival Dantesco che, per l’occasione, si propone alla platea universitaria. Dopo 11 edizioni nazionali e 3 edizioni toscane, il 2021 è l’anno del primo Festival Dantesco Universitario, presentato dall’Associazione culturale Xenia e coprodotto dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium.

Prma di svelarvi programma e calendario, scopriamo insieme come nasce il Festival Dantesco.

Festival Dantesco

La storia del Festival nasce a Roma nel 2010 con la prima edizione del Concorso per giovani interpreti della Commedia al Teatro Ghione. Nel 2011 arriva l’invito del MIUR e della RAI a presentare al pubblico italiano la manifestazione nel corso della Giornata inugurale dell’anno scolastico 2011. L’evento si svolge al Quirinale, con la mediazione della Società Dante Alighieri, principale ente patrocinatore del Festival, da allora e per tutto il decennio seguente.

Ma le origini del Festival, risalgono ai primi anni 2000, sotto la direzione artistica dell’ideatore e direttore artistico Paolo Pasquini. L’obiettivo è rimasto sempre lo stesso: portare Dante in scena, con la precisa intenzione di farlo attraverso quello che tuttora rimane il pretesto e il motore dell’iniziativa: il Concorso Nazionale per giovani interpreti della Commedia.

In dieci anni di storia si sono realizzate 11 edizioni nazionali e 3 edizioni regionali toscane, con 7.000 partecipanti, da Trieste in giù.

Il Concorso Formativo

Nel tempo ha conservato intatte le sue caratteristiche e, soprattutto, il suo scopo primario: il Concorso Formativo. Negli anni, è cresciuto arricchendo la sua offerta culturale con diverse iniziative e si è progressivamente trasformato negli anni in una festa multidisciplinare, che nell’arco di più giorni propone incontri, esibizioni, approfondimenti, proposte video, anteprime, curiosità, dirette social e notizie bibliografiche.

La manifestazione ha visto inoltre formarsi un gruppo di artisti, tecnici e organizzatori che hanno contribuito alla crescita dell’iniziativa, ponendola in rete con altre esperienze performative dantesche, non solo italiane, e costituendo una Compagnia Teatrale Dantesca già esibitasi in contesti prestigiosi, con la collaborazione fra artisti esperti e artisti giovani, premiati nelle varie edizioni del Festival.

Molte, peraltro, le personalità accademiche, artistiche, culturali e politiche che hanno favorito lo sviluppo del Festival, tra cui Alessandro Masi e Luca Serianni, rispettivamente Segretario Generale e Vice Presidente della Società Dante Alighieri, e Giulio Andreotti, in qualità di Presidente Onorario Casa di Dante in Roma. Numerose anche le istituzioni pubbliche e private che negli anni hanno sostenuto l’iniziativa.

Una produzione targata Xenia

Il Festival Dantesco è una produzione Xenia, Associazione culturale la cui storia inizia nel 2005 a Roma e la cui attività si svolge in ambito teatrale, audiovideo, di formazione e di didattica.
La struttura organizzativa di Xenia costituisce dunque l’ossatura portante del Festival, sia sul versante artistico, sia su quello tecnico-organizzativo e promozionale.

1° Festival Dantesco Universitario ‒ presentato dall’Associazione culturale Xenia e coprodotto dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium ‒ che si terrà dal 22 al 27 ottobre 2021.
·      Da venerdì 22 ottobre a martedì 26 ottobre 2021 in streaming video, sul canale youtube dedicato e sui relativi profili social del Festival Dantesco.

·      Mercoledì 27 ottobre 2021 alle ore 20.30 al Teatro Palladium di Roma.

Il 1° Festival Dantesco Universitario ‒ presentato dall’Associazione culturale Xenia e coprodotto dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium ‒ si terrà dal 22 al 27 ottobre 2021.

Il programma

  • Da venerdì 22 ottobre a martedì 26 ottobre 2021 in streaming video, sul canale youtube dedicato e sui relativi profili social del Festival Dantesco.

La serata finale al Teatro Palladium ‒ il teatro dell’Università Roma Tre ‒ oltre a offrire la possibilità di tornare in una sala con la capienza ripristinata al 100% dei posti disponibili, sarà una giocosa partita fra l’audiovisivo ‒ dominatore dei passati mesi di pandemia ‒ e il “teatro ritrovato”. Infatti le opere finaliste in Concorso ‒ che si confronteranno di fronte al pubblico e a una Giuria qualificata, composta da numerosi accademici, artisti e personalità culturali ‒ saranno per metà video e per metà dal vivo, proponendo dunque rivisitazioni e contaminazioni dell’opera di Dante sia sul grande schermo, sia sul palco del Teatro Palladium, di recente dotatosi di un nuovo e originalissimo sipario.

  • ore 15.00 #TesoridellaBiblioteca   volumi rari, curiosità librarie
  • ore 17.00 #DanteeLode                   tesi dantesche di giovani laureati                         
  • ore 19.00 #LineaDante                    interviste ad artisti ed esperti
  • ore 21.30 #PuntoFestival               la “piazza social” del Festival

Diretto artisticamente da Paolo Pasquini e Agnese Ciaffei, il Festival Dantesco Universitario propone nei suoi primi cinque giorni di streaming quattro rubriche quotidiane nei canali dedicati del Festival, su youtube, instagram, facebook e twitch.

Info utili e credits

Il 1° Festival Dantesco Universitario ha il contributo di DANTE 2021 ‒ il Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante ‒, della Società Dante Alighieri  ‒ vicina al Festival dal 2010 ‒ e dell’AIB Associazione Italiana Biblioteche e può inoltre vantare prestigiose collaborazioni con il Dipartimento di Studi Umanistici e il DAMS dell’Università Roma Tre, con il Centro Studi Storici PP. Barnabiti di Roma e con Feditart. Due infine gli sponsor, entrambi dal mondo dell’editoria: Forma Edizioni e Aras Edizioni.

Le quindici opere del Concorso performativo selezionate per la sei giorni del Festival provengono da Università, Accademia e Istituti di Studi Superiori di Parigi, Vienna, Torino, Brera, Siena, da quattro Università romane, da Latina, dal Molise, da Bari. Il Comitato Scientifico del Festival, presieduto dal Prof. Luca Aversano, Presidente della Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, ammetterà alla serata finale del 27 ottobre le opere che si contenderanno i Premi Assoluti, mentre per i Premi Speciali tutte e quindici le opere rimarranno in gara sino alla Premiazione, in chiusura di serata.

Tutti gli eventi sono soggetti alle normative vigenti in merito di prevenzione da Covid-19 e l’ingresso è vincolato all’obbligo di green pass.

Festival Dantesco la locandina