image_pdfimage_print

“Faccio un salto in Africa” è il titolo del nuovo singolo del cantautore marchigiano Moscardi.

Faccio un salto in Africa

Un singolo a prima vista, anzi, a primo ascolto, allegro e scanzonato, che richiama l’estate finita ormai da tempo, ma che, se ascoltato con attenzione, manda un messaggio ben preciso.

Infatti, come commenta lo stesso autore: “La società occidentale modernaricca di denaro e beni di consumo ma povera d’animo, ha partorito creature spesso molto attente ai propri bisogni e un po’ meno a quelli degli altri. In questa canzone, l’Africa diventa il continente-simbolo di questo scambio davvero poco Equo & Solidale, con la speranza che il prossimo salto in Africa lo faremo per dare il nostro aiuto incondizionato”.

Salvaguardia dell’ambiente, il rapporto tra individuo, società e progresso: temi cari a Moscardi, che ritornano prepotentemente in questo nuovo progetto.

moscardi - la copertina di faccio un salto in africa, che raffigura una spiaggia, con animali disegnati e un distributore di bibite

Moscardi

Francesco “Moscardi”, è nato a Cagli (PU) nel 1994.

E’ diplomato in “Batteria e Percussioni” al Roma Contemporary Music College, laureato in “Cooperazione internazionale e Sviluppo” presso l’Università La Sapienza di Roma, e laureato in “Composizione Pop/Rock” presso il Conservatorio di Pescara. 

Nel 2019 vince il Premio Nazionale delle Arti (sezione Musiche Pop e Rock originali), indetto tra i Conservatori di tutta Italia, aggiudicandosi inoltre una borsa di studio per frequentare il CET di Mogol

Durante gli studi in Conservatorio a Pescara incontra Pierfrancesco Speziale ed Umberto Matera e insieme a loro fonda l’etichetta iSugo Records e pubblica i suoi primi tre singoli: “Gli eroi”, “Fidati di me”, “Happiness”.

Per la stessa etichetta, realizza il suo EP di debutto intitolato “Rosso Moscardi”, pubblicato nel novembre 2020, a cui fa seguito il singolo “Goccia su goccia”, uscito nel luglio scorso.

Social

Faccio un salto in Africa” (iSugo Records distribuzione Artist First) è disponibile in rotazione radiofonica, in streaming, e in digital download dal 25 novembre.

Potete seguire Moscardi su Facebook, Instagram, Spotify e sul canale Youtube.