image_pdfimage_print

WOW! La magia ci stupisce sempre, ed è proprio questa esclamazione che tutti facciamo quando assistiamo agli spettacoli di magia. Non è vero? Specialmente i bambini, che non mancheranno sicuramente ai tre giorni di pura magia con Luca Bono e il maestro dell’illusionismo Marco Aimone.

Illusionismo, manipolazione e comicità, si raggruppano in un fantasmagorico cabaret magico a cui, oltre alla “strana coppia”, si aggiunge Sabrina Iannece.

Luca Bono è proprio… Wow!

Luca Bono, torinese del ’92, è uno dei più talentuosi maghi della sua generazione.

Non vorrei dire, ma è stato alunno del mitico Arturo Brachetti, eh!

A soli 17 anni ha inizio il suo viaggio nella magia, vincendo il Campionato Italiano di Magia e il Mandrake d’Or, Oscar dell’illusionismo.

Gira il mondo con Brachetti, il suo direttore artistico e regista nello spettacolo “L’illusionista”, e prende parte al tour di Brachetti and Friends e agli spettacoli “Comedy Majik Cho” e “Brachetti che sorpresa”.

Spettacoli non da poco, portati in scena in Canada e in Europa in più di 450 date in soli due anni, con oltre 400.000 spettatori.

Che fortuna, Luca!

Inoltre, è anche protagonista, ed unico italiano ad arrivare in finale, nel primo talent dell’illusione “The illusionist, La grande magia”.

L’allievo supera il maestro? Forse! Luca Bono è insegnante di Marco Columbro e Catherine Spaak nella prima edizione di “Si può fare”.

Inoltre, il suo primo one man show “L’Illusionista” registra ben 23 sold out consecutivi e oltre 6.500 presenze solo a Torino. E sono oltre 15.000 spettatori in tante altre città italiane.

Marco Aimone

Non conosco bambini a cui non piaccia la magia, e Marco Aimone ne fa parte in maniera del tutto passionale fin da piccolino.

Una passione che porta il talentuoso mago a risultare il primo laureato alla Silvan Magic Academy.

L’artista è il Presidente del Circolo Amici della Magia di Torino, da cui sono usciti Alexander, Arturo Brachetti, Marco Berry e infine Luca Bono.

Aimone non è soltanto un semplice mago, ma anche uno dei massimi esperti di Close Up.

Il Close Up è uno spettacolo, nato in America negli anni ’40, che consiste nell’interagire con il pubblico a distanza ravvicinata. All’interno di questa forma di spettacolo vi sono manipolazioni di dadi, carte, monete, corde, e altri oggetti comuni.

E basta davvero poco ad attirare gli spettattori. Ad esempio, nello spettacolo di magia tenutosi presso la Casa del Teatro di Torino, nel mese di gennaio 2020, Marco Aimone, nelle vesti di giullare, ha trascinato direttamente sul palco una piccola bimba semplicemente con un barattolo di latta ed un bastoncino di legno!

Sabrina Iannece

Non è una maga vera e propria, ma si può dire, comunque, che sia in grado di fare magie con la sinuosità del suo corpo.

Sabrina Iannece, classe ’89, è una ginnasta che pratica il twirling e ballerina jazz, hip hop, contemporanea e acrobatica con i tessuti e il cerchio.

Incontra Luca Bono otto anni fa, con cui collabora come assistente di scena e come co-protagonista nello spettacolo “L’Illusionista”.

Un trio magico

Non aspettatevi di trovare maghi in uniforme elegante con il cappello a cilindro, perché i tre artisti hanno intenzione di superare questo stereotipo.

Il loro spettacolo è semplicemente… Wow! E se non mi credete, andate a vederli voi stessi con i vostri occhi dal 21 al 23 febbraio presso il Teatro Baretti di Torino.

Adatto a spettatori di tutte le età, i 75 minuti di pura meraviglia, spontaneità, incredulità e di un magico viaggio nel regno della poesia della magia, passeranno in un men che non si dica.

Sono certa che chiederete il bis, perché so davvero di cosa parlo. Se siete amanti della magia, come me, potete solo immaginare cosa vi aspetterà!

E se non ne siete ancora convinti, cliccate quì!

Lo spettacolo Wow! è prodotto da Muvix Europa.

Info, costi e prenotazioni

Date e orari dello spettacolo:

21 febbraio alle ore 21.00
22 febbraio alle ore 16.30 e 21.00
23 febbraio alle ore 16.30

Il biglietto intero è di € 12,00, quello ridotto per gli over 65 e under 25 è di € 10,00.

E’ possibile prenotare i posti per gli spettacoli cliccando quì.

Si possono ritirare i biglietti prenotati la sera stessa dello spettacolo, fino a 15 minuti prima dell’orario di inizio.

ATTENZIONE: Se non ritirati entro 15 minuti prima dell’inizio, la prenotazione risulta nulla, quindi è essenziale presentarsi con un paio di minuti di anticipo per evitare “sparizioni” di biglietti!

Per maggiori informazioni visitare il sito ufficiale di Luca Bono o del Teatro Baretti.