“Terra d’Ambra e di Emozioni” la nuova canzone di Al Bano dedicata alla Lettonia

0
2408
image_pdfimage_print

Al Bano il ritorno. L’artista italiano probabilmente più conosciuto all’estero, sia come solista, che naturalmente in coppia con Romina Power, ritorna sulla scena musicale con una nuova canzone “Terra d’ambra e di emozioni”, dedicata alla Lettonia.

Latvijas Republika

La nuova canzone è stata scritta a quattro mani dal paroliere Alberto Zeppieri e dal Prof. Charles Goodger, londinese di nascita, ma bolognese di adozione. Scrittore, musicista e insegnante, è famoso in tutto il mondo, per aver creato un metodo di insegnamento dell’inglese ai bambini, tramite le sue canzoni animate, il “FunSongs Method”, che abbina le parole a musica, mimica e ritmo.

Charles Goodger, è docente presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Alma Mater di Bologna, ed ha vissuto per cinque anni in Lettonia, dove ha avuto modo di innamorarsi di quella terra e di conoscere proprio Al Bano, in occasione di un premio ricevuto dall’artista, da parte dalla Società Dante Alighieri nel 2009. Un amore comune per una terra lontana, ma ricca di storia e di tradizioni, una finestra sul Mar Baltico, la cui capitale, Riga, è patrimonio dell’umanità.

“Terra d’Ambra e di Emozioni” una canzone per la Lettonia interpretata da Al Bano scritta da Charles Goodger. Primo piano dei due artisti: a sinistra al bano che indossa un panama bianco e camicia azzurra, a destra il prof. che indossa una camicia bianca e un cappello di paglia

Al Bano canta unaTerra d’ambra e di emozioni

La canzone è una romanza con il classico trademark di Al Bano: la voce. Quella voce inconfondibile, che può piacere o meno, per carità, ma che è un patrimonio del nostro panorama musicale, un valore aggiunto tipicamente italiano. Il brano parla delle bellezze, delle tradizioni e dello spirito della Lettonia e della sua gente.

Terra d’ambra e di emozioni” sembra cucita su misura per le corde del Maestro di Cellino San Marco, orecchiabile al punto giusto, entra immediatamente in testa, come nella migliore tradizione dell’artista pugliese. Ripeto: un messaggio d’amore, sicuramente ricambiato, per una terra lontana, nel nome della musica.

Musica come medicina universale

Nel corso degli anni ho incontrato parecchie volte il Maestro Albano Carrisi, a Sanremo per il Festival, e non solo. In occasione del nostro ultimo incontro, il firmacopie del disco “Di rose e di spine”, presso il Centro Commerciale Parco Dora di Torino, nel 2017, Al Bano mi disse queste parole, quanto mai profetiche e sempre attuali.

“Io sono convintissimo che la musica sia una grande medicina. Una grande terapia. E il più grande dei pazienti sono stato io, perché l’ho vissuto sulla mia pelle. Lavoravo nei campi di Cellino San Marco, e grazie alla musica mi sono messo a volare. E mi è successo in tantissime occasioni: la partenza per Milano, lo stare a Milano lontano dalla casa dove ero nato, lontano dagli affetti. Grazie alla musica non soffrivo tutto questo. Poi la tragedia che mi è capitata: grazie alla musica ho superato anche quei dieci anni di tragedia. Poi ho ricominciato a cantare. Sono convintissimo che la musica sia un bene che ci appartiene, un bene che arriva dall’alto e cha possiamo condividere, per chi capisce di musica, e anche per chi non capisce”.

Terra d’ambra e di emozioni” è disponibile in radio, in digitale e su YouTube dal 14 aprile.