Premio di riconoscimento all’arte di Massimiliano Ferragina, durante il prestigioso festival della Moda a Roma il 24 gennaio 2020

La cornice è quella del Best Western Plus Hotel Universo di Roma. Il contesto è la tappa finale del Festival della Moda. L’organizzazione dell’evento è affidata a Sabina Prati, titolare dell’agenzia omonima Eventi Moda e da Stefano Raucci di Radio Radio e conduttore televisivo sui canali Sky.

Moltissimi gli ospiti illustri del mondo della cultura e dello spettacolo.

Moda e arte

E’ in questa occasione che il 24 gennaio ha avuto luogo la suggestiva e colorata mostra d’arte dell’artista Massimiliano Ferragina.

Sei opere che sono state il valore aggiunto della serata ed hanno fatto da sfondo alle modelle in passerella. La conferma che le arti sono sempre in dialogo tra loro. Pittura e moda soprattutto.

Ho accettato l’invito di Sabrina e Stefano perché credo molto nella sinergia dei talenti, quando gli artisti si uniscono allora si genera una bellezza fuori da ogni categoria, una bellezza che coinvolge i sensi tutti”. E’ la perfetta sintesi di una verità assoluta. Ferragina evidenzia con queste parole come la pittura oggi debba uscire fuori dai suoi “luoghi comuni” e sperimentare nuove frontiere.

La moda premia l'arte di Massimiliano Ferragina nella foto con gli organizzatori del festival della moda

Massimiliano Ferragina

Ferragina affermato pittore, performer, promotore di arti visive è insegnante al liceo artistico “Via di Ripetta”.

Massimiliano Ferragina di origini calabresi, ha stabilito il suo studio-atelier nella città eterna. Un luogo di aggregazione e incontro tra artista e pubblico, e non solo un luogo di sperimentazione di linguaggi pittorici.

La sua pittura è il recupero dello spirituale in un linguaggio artistico espressionista contemporaneo. Nel 2020, Ferragina celebra i primi dieci anni di percorso artistico pubblico.

In occasione del festival della moda, Ferragina ha ricevuto dagli organizzatori un premio. Il giusto riconoscimento per il suo impegno, per la sua ricerca sui colori primari, che lo contraddistinguono, per la sua capacità di creare dialogo e incontro nelle sue mostre.

Ringrazio tutti coloro che in questi anni hanno creduto in me, i miei affezionati collezionisti. Questa sera sono grato a Sabrina Prati e Stefano Raucci che mi hanno conferito questo premio come segno della loro stima e affetto, rappresenta per me un traguardo e allo stesso tempo un punto di partenza”.

Massimo Ferragina con camicia azzurra e pantaloni scuri ha le mani in tasca e sorride