image_pdfimage_print

Il ruolo fondamentale delle api

Le api sono l’emblema dell’eterna rinascita e del rinnovarsi della natura. E’ risaputo che i Norvegesi sono sensibilmente attenti alla sostenibilità e alla conservazione dello straordinario patrimonio naturalistico, ed è per questo motivo che hanno a cuore la salvaguardia di questi insetti.

Le api hanno un ruolo fondamentale per la biodiversità e il miele fa bene alla salute e all’economia norvegese. Rivestono non solo il ruolo fondamentale di impollinatrici delle piante non coltivate sul pianeta. Infatti, pochi sanno che sono anche delle vere e proprie sentinelle dell’inquinamento ambientale. Nella loro azione di raccolta di nettare e polline, fanno da incetta di polveri atmosferiche, responsabili di gravi disturbi per la nostra salute.

Quindi, quando si afferma che bisogna salvare le api per salvare noi stessi non è certo un’esagerazione. Questi affascinanti insetti sono fondamentali per la vita sulla Terra. Ma non è finita qui. Uno studio franco-tedesco del 2005, citato anche dal Guardian, calcola che il lavoro di impollinazione svolto naturalmente e gratuitamente dalle api, se dovesse essere fatto dall’uomo costerebbe circa 195 miliardi di euro. Per tutti questi motivi è importante salvaguardarle, soprattutto ora che sono a rischio. 

L’autostrada per le api

In Norvegia, più precisamente ad Oslo, hanno capito la gravità della situazione e si sono ingegnati per trovare una soluzione. Già nel 2014 è arrivata la prima autostrada per insetti, un primato a livello mondiale.

Si tratta di un corridoio verde che attraversa Oslo con stazioni di polline ogni 250 metri che servono per ospitare e nutrire api e calabroni ed aiutarli a sopravvivere in quei contesti urbani dove i fiori ricchi di nettare scarseggiano, mettendo a rischio la loro sopravvivenza. Per le api è diventato impossibile trovare un rifugio sicuro in cui costruire il loro nido, in modo particolare nelle grandi città. 

Alle api, per poter sciamare, serve del miele, che è sostanzialmente il loro carburante, che viene immagazzinato in abbondanza per istinto di sopravvivenza. In queste oasi verdi, distribuite in quasi tutta la città di Oslo, le api possono rifocillarsi e riposarsi dalle loro intense giornate lavorative. «Modelliamo costantemente l’ambiente circostante sulla base dei nostri bisogni e desideri e ci dimentichiamo che altre specie vivono nello stesso ambiente», ci spiega Agnes Lyche Melvaer, capo della Bybi gruppo ambientalista a supporto delle api urbane, attivo in tutto il Nord Europa. Questa bellissima iniziativa sta sensibilizzando sempre più persone sul tema.

Molti privati utilizzano il loro spazio nei giardini per avere un’oasi in casa in cui le api possono costruire il loro alveare.