Valentina Mattarozzi: “Nostalgie” è un singolo très chic

0
104
image_pdfimage_print

“Nostalgie” è il titolo del nuovo singolo dell’artista bolognese Valentina Mattarozzi.

Nostalgie

Racconta la stessa Valentina Mattarozzi: “Questo brano è scritto in francese, lingua che ho rispolverato dopo tanti anni. L’arrangiamento è in stile ‘Manouche’ per dare ancora più senso alla lingua francese, dato che il jazz gitano è nato un centinaio di anni fa proprio in Francia. Nel testo descrivo l’assenza di amore, il vuoto in cui ci si cala, quando si è ancorati ai ricordi del passato e illusi dalle speranze di un ritorno di chi ormai se ne è andato e non tornerà”.

Ah, l’amour…una canzone malinconica, struggente, da vero, o vera, chansonnier d’oltralpe, dal gusto deliziosamente retrò: chiudi gli occhi e ti ritrovi a Montmartre, sotto un pergolato, con una Gauloise tra le labbra, mentre sorseggi un Cognac, o seduto su uno sgabello (ne riparleremo), mentre un artista di strada realizza un ritratto o una caricatura.

La lingua francese trovo abbia sempre avuto, musicalmente parlando, un non so che di peccaminoso, e questo nuovo singolo, pur parlando di un “amour perdu”, non sfugge alla regola.

Valentina Mattarozzi

Bolognese, compositrice, cantante, attrice, vanta diverse importanti collaborazioni, a livello musicale e teatrale.

Nel 2014 debutta con l’album di inediti “Vally Doo” e nel 2017 pubblica l’album “I’am Billie – Tribute to Billie Holiday”, per cui riceve pubblicamente i complimenti da parte del gruppo vocal jazz più famoso al mondo: The Manhattan Transfer.

“Nostalgie” è il secondo brano dopo “Fragili” che anticipa il nuovo album previsto in uscita nel 2021.

valentina mattarozzi nostalgie - la cantante, a braccia aperte, indossa una vestaglia rossa in stile giapponese

Video & Credits

Se il testo della canzone fosse stato scritto in inglese, avrei detto “catching”, ma per rimanere in tema lo traduco in francese e dico “contagieux”.

Très intriguant il videoclip, diretto da Milo Barbieri: un parquet, uno sgabello illuminato da uno spot bianco e la protagonista che si avvicina sinuosa…il resto, tra un négligé nero e una vestaglia rossa, vi lascio il gusto di scoprirlo, senza spoilerare oltre.

Sexy al punto giusto, peccaminoso quanto basta, ricco di richiami: il video di “Etienne”, nei mitici anni ’80, interpretata da Guesch Patti, fa ancora proseliti, Fatte le debite proporzioni, naturalmente.

Nel videoclip, girato presso l’AreaFuoriTema all’interno dell’azienda di strumenti musicali Aramini a Cadriano (BO), insieme a Valentina Mattarozzi, appare Alessandro Cosentino al violino.

Nostalgie” (Azzurra Music / Believe), è disponibile in rotazione radiofonica, in digital download e su YouTube dal 15 gennaio.

Potete seguire Valentina Mattarozzi su Facebook, Instagram, Spotify e sul sito ufficiale.