image_pdfimage_print

Appena il Piemonte ritornerà in “zona gialla” riaprirà la mostra “Camera Doppia”

In base al Decreto del Presidente del Consiglio del 14 gennaio, in vigore da sabato 16 e fino a venerdì 5 marzo, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia potrà riaprire al pubblico, dal lunedì al venerdì, quando il Piemonte sarà “zona gialla” e quindi non inserito dal Ministero della Salute tra le aree caratterizzate da uno scenario di elevata o massima gravità di contagio.

In questo tempo che ci separa dal poter riaccogliere nelle sale di Via delle Rosine 18 a Torino i visitatori, continuano le attività online di divulgazione dell’arte fotografica sui nostri canali social e sul nostro sito dove verranno anticipati temi e protagonisti di un anno dedicato alla grande fotografia con Horst, Model, Niedermayr e Parr.

La mostra

Ad attendere i visitatori a CAMERA nel 2021, un cartellone di mostre davvero ricco: in primavera, riproponendo il format “CAMERA DOPPIA”, si presenteranno in parallelo le personali dedicate a due grandi nomi del passato come Horst P. Horst e Lisette Model, indiscutibile genio della fotografia di moda lui, ironica e dissacrante street photographer lei, attraverso un percorso espositivo che ne sottolinea la rispettiva importanza.

Si proseguirà in estate con Walter Niedermayr, uno fra i più importanti fotografi italiani contemporanei, scoprendo gli ultimi dieci anni del suo lavoro attraverso i temi più ricorrenti della sua ricerca artistica: i paesaggi alpini, le architetture e il rapporto fra spazi aperti e spazi chiusi.

Infine, in autunno e in occasione della prima edizione delle ATP Finals a Torino, si concluderà l’anno con una mostra personale dedicata al grande fotografo inglese Martin Parr, attento interprete del presente, che nel corso dei decenni ha ritratto la società con spietata e divertita ironia, realizzando immagini che sono diventate vere e proprie icone contemporanee.

Al centro del percorso di mostra, che presenterà lo sport nella fotografia, troveremo le immagini realizzate durante numerosi incontri di tennis, fulcro di una riflessione sullo sport che Parr porta avanti fin dall’inizio della sua carriera. La mostra è realizzata in collaborazione con Lavazza – partner storico di CAMERA – e si pone come uno degli eventi culturali di punta dell’autunno e dell’inverno torinesi.

camera doppia un collage di quattro fotografie con una donna molto formosa in costume da bagno, sdraiata, una molto magra sdraiata con le gambe all'insu tiene un pallone rosso e una donna di schiena con un cappello fatto con un abandiera americana he guarda una partita di tennis, nella quarta foto una statua coperta da un telo verde

La mostra di Roberto Gabetti

In parallelo, nella Project Room, proseguiranno i progetti di valorizzazione della fotografia del territorio così come il costante lavoro di promozione di giovani talenti. Alla riapertura primaverile di CAMERA, sarà infatti visitabile la nuova mostra Roberto Gabetti fotografo, che si concentra sull’originale sguardo fotografico di Roberto Gabetti (Torino, 1925-2000), noto per il suo lavoro di ricerca e progettazione architettonica, a vent’anni dalla sua scomparsa. A Gabetti succederà l’esposizione di Nicola Lo Calzo (Torino, 1979) che esporrà i suoi lavori di documentazione su ciò che resta del colonialismo, dello schiavismo, della resistenza ad esso e dei processi che hanno portato alla sua abolizione.