Giovanni Usai presenta il nuovo singolo: “Paese di burro”

0
82
image_pdfimage_print

Giovanni Usai fuori con il nuovo singolo “Paese di burro”, composto durante il periodo di positività al Covid-19.

Paese di burro

Vi racconto la storia di un paese di burro, è la storia di una rinascita dolorosa, nel solito duello tra Eros e Thanatos nella fase Covid“.

Certe canzoni non si possono recensire, da un punto di vista strettamente musicale, potrebbe essere irrispettoso: vanno ascoltate e capite.

Paese di burro” è una di queste: composta da Giovanni Usai durante la quarantena forzata, causa la positività al Covid-19, rappresenta un inno alla vita, al coraggio, alla voglia di ricominciare, anche se il mondo che eravamo abituati a conoscere, stava sciogliendosi come burro.

Una canzone dolcissima, quasi commovente, scritta da uno che è abituato a stare in prima linea: uno dei tanti eroi di questi ultimi diciotto mesi, mai abbastanza celebrati.

giovanni usai - laa copertina di "paese di burro" che raffigura un sipario bianco e azzurro, con al centro delle case, fatte di burrro

Giovanni Usai

Cantautore ed infermiere è nato in Sardegna, originario dell’isola della Maddalena, bolognese di adozione.

Si classifica per due volte tra i semifinalisti del Festival di Castrocaro, per altrettante volte al secondo posto per il Premio Luigi Fantelli e arriva tra i finalisti del talent Vocal Selection.

Nel 2017 pubblica il singolo “Cuori di domani“, i cui proventi sono stati devoluti in beneficenza per Cuore Domani, fondazione per la prevenzione, ricerca e cura delle malattie cardiovascolari più importante d’Italia.

Nel 2019 pubblica il singolo “Tradita“”. Lo scorso 27 marzo pubblica “La canzone di De Luca“.

Video & Credits

Toccante, è la prima parola che viene in mente guardando il videoclip. La LoVa LoVa Production Clip, ci porta direttamente all’interno dell’ospedale di Bazzano, duramente colpito dall’emergenza Covid, tanto da dover chiudere, anche a causa dei contagi registrati tra il personale.

Medici, infermieri, paramedici, volontari del 118, sono i protagonisti di questo mini documento, che rappresenta un inno alla rinascita, un inno alla vita, con la speranza che, quanto vissuto nei mesi scorsi, diventi solo un (brutto) ricordo.

Hanno suonato: pianoforte e voce: Giovanni Usai, violino: Angela Benelli, viola: Nicoletta Bassetti e violoncello: Cecilia Biondini.

Paese di burro” (Senza Dubbi/Believe) è disponibile in radio, in streaming e su YouTube dal 4 giugno.

Potete seguire Giovanni Usai su Facebook, Instagram e sul canale YouTube.