Le nuove generazioni guardano al futuro attraverso la Maker Faire Rome. Lo conferma la grande e crescente partecipazione di Università, Centri di ricerca e scuole attraverso le relative call.

I centri della conoscenza: Scuole, Università e Centri di ricerca

In un’apposita area dedicata della Fiera saranno presenti decine di università e centri di ricerca tra cui gli atenei di Siena, Genova, Perugia, Catania, Verona, Catanzaro, il “Federico II” di Napoli, i Politecnici di Milano e Torino, i tre atenei pubblici della Capitale, l’università di Praga, di Poznan (Polonia) e di Sarajevo, il Cnr, l’Enea, il centro di ricerca “E. Piaggio” di Pisa, l’Istituto nazionale di Astrofisica e l’Istituto italiano di Tecnologia.

Sono, invece, 55 i progetti delle scuole superiori di secondo grado italiane e della Ue selezionati attraverso la Call for School realizzata in collaborazione con il Miur. E ci saranno anche i progetti di tre istituti scolastici extra Ue (Turchia, Canada e Libano). A tutti gli Istituti selezionati è garantito uno spazio espositivo gratuito e la possibilità di mettere in mostra, davanti a un vasto pubblico, la propria idea di futuro.

Alla Maker Faire di Roma saranno, inoltre, presenti 27 progetti di altrettanti ITS, da tutta Italia, selezionati direttamente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca scientifica.

Anche quest’anno l’area Educational è curata e coordinata dal team di Codemotion Kids!, in collaborazione con i maggiori player del settore edutech.

Educational day alla maker faire rome

Area Kids & Education

Anche la settima edizione di Maker Faire Rome, come da tradizione, riserva ai piccoli innovatori un grande spazio di circa 10mila mq dove i giovani aspiranti maker, dai 4 ai 15 anni, potranno partecipare a tantissime attività didattiche e laboratori per sperimentare in prima persona le tecnologie e lo spirito maker grazie al coding, al making e alla creatività digitale.

In particolare, lo spazio “Kids & Education” di quest’anno porterà i più piccoli (e i grandi che li accompagneranno) direttamente sulla Luna! Molte delle attività presentate infatti, verteranno su questo tema per celebrare i 50 anni dello sbarco sul nostro satellite.

Mission to Moon on Maker Faire

Tra le proposte immancabili, all’interno degli Open Labs sarà presente la Space Coding Challenge, un inedito laboratorio di visual coding alla conquista dello spazio, e la Realtà aumentata, in cui sarà possibile costruire una colonia spaziale virtuale. Sempre la Realtà aumentata sarà protagonista di “LunAria”, una mostra sperimentale su fatti e curiosità meno note riguardanti le missioni lunari dagli anni ‘60 a oggi, mentre in altri spazi sarà possibile cimentarsi nella creazione di prototipi spaziali grazie ai nuovissimi Meccano Innovation Sets.

Grande aspettativa, infine, per la Mission To Moon, in cui sarà possibile rivivere l’emozione delle missioni spaziali programmando dei rover robotici che si muoveranno sulla superficie lunare.

Anche quest’anno l’area Educational è curata e coordinata dal team di Codemotion Kids!, in collaborazione con i maggiori player del settore edutech.

Maker Faire Rome è anche Editoria

Grazie alla collaborazione con l’Associazione Italiana Editori (AIE) e alla Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili) da quest’anno, a Maker Faire Rome, nascono due nuove idee. La libreria tematica gestita da Altroquando, ovvero uno spazio che proporrà al pubblico una selezione di titoli ispirati ai temi centrali della fiera: economia circolare, robotica e intelligenza artificiale, elettronica e manifattura digitale, arte e tecnologia, educazione e ricerca etc. L’altra, riguarda l’inserimento di contenuti legati all’innovazione tecnologica e agli sviluppi dell’editoria digitale all’interno del fitto programma di talk e conference della manifestazione, con un focus speciale sui temi dell’accessibilità, integrazione e socialità dei nuovi sistemi di lettura a sostegno delle categorie più deboli.

dei libri colorati entrano virtulalmente dentro un computer alla maker faire di roma

Ask Me Anything

Da sempre Maker Faire Rome facilita la diffusione della cultura tecnologica e digitale più interessante e innovativa. Lo fa grazie alla contaminazione e allo scambio di conoscenza che naturalmente si genera tra visitatori,  espositori ed esperti.

E quest’anno, per dare più valore a questo scambio di conoscenza, debutta il progetto Ask Me Anything tramite cui il vasto pubblico della fiera potrà accedere a un servizio di consulenza, strutturato in “sportelli” tematici, a cui i visitatori potranno porre quesiti tecnici. L’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere le opportunità legate alle nuove tecnologie digitali e il target principale è costituito da piccole e medie imprese, dal comparto artigianale e dai professionisti legati all’ambito I4.0.

info e prenotazioni per le scuole

Un accesso privilegiato dedicato esclusivamente alle scuole per vedere da vicino le invenzioni dei makers, del mondo accademico e della ricerca, nonché i progetti nati sui banchi di scuola e  selezionati tramite la Call for Schools, realizzata in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca (vedi circolare MIUR.

Le scuole, preventivamente registrate, potranno visitare la manifestazione nella mattinata di venerdì 18 ottobre 2019 dalle ore 9.00 alle ore 13.00, prima dell’apertura al pubblico.  Non sarà possibile permanere all’interno della fiera oltre le ore 13.00, invitiamo quindi i docenti ad organizzare per tempo il deflusso delle scolaresche in modo da rispettare il limite orario stabilito.

call for schools

Quattro ore dedicate a Robotica, Iot & Elettronica, Impresa 4.0, Manifattura digitale, Intelligenza Artificiale, Big Data, Mobilità intelligente & Droni, Economia Circolare, Agricoltura 4.0, Aerospazio e Education. Un’occasione per confrontarsi anche con i nuovi processi di produzione e comprendere il lavoro del futuro.

L’ingresso all’Educational Day è gratuito e riservato alle classi di studenti di ogni ordine e grado e ai docenti accompagnatori.

Per saperne di più sulla Fiera, vi invitiamo a leggere il nostro precedente articolo. Per il programma completo, prenotazioni e trasporti, consultate il sito ufficiale