image_pdfimage_print

Google raccoglie l’appello di “vicini e connessi” e offre strumenti digitali gratuiti a favore di piccoli commercianti e negozi.

Con il lockdown, l’impossibilità di spostarsi tranquillamente da comune a comune e le restrizioni degli orari, nonchè delle categorie di commercio, il nostro sistema commerciale ha subito ingenti perdite di fatturato. I negozianti sono disperati e tante le serrande che non saranno più tirate su.

L’iniziativa “Vicini e Connessi” della ministra dell’Innovazione Paola Pisano è il programma per aiutare gli esercenti di quartiere, i negozianti e le piccole imprese nell’utilizzo di canali digitali per la vendita dei loro prodotti o servizi. Il Dipartimento per la Trasformazione digitale invita i fornitori di servizi di commercio online, logistica e di assistenza tecnologica a fornire strumenti digitali utili alla visibilità delle micro imprese.

L’appello rivolto ai vari fornitori di servizi prevede la possibilità per i commercianti, i negozi e gli artigiani di quartiere di accedere a strumenti sulle piattaforme condivise gratuitamente per vendere i propri prodotti e servizi attraverso il digitale e non solo. Potranno anche ricevere supporto e assistenza informatica oppure effettuare e gestire le consegne a domicilio. Inoltre, potranno promuovere e valorizzare le proprie offerte, anche attraverso azioni di comunicazione e pubblicità.

Le offerte solidali caricate sulla piattaforma “Vicini e Connessi” saranno volte a coprire sia le aree urbane sia zone montane e rurali di tutto il territorio nazionale.

Poteva un colosso come Google restare indifferente a questo appello?

Certamente no. Infatti, la compagnia californiana ha annunciato che aderirà a questa iniziativa. Offrirà diversi strumenti digitali per piccoli commercianti e artigiani che potranno così utilizzare le cosiddette “piattaforme abilitanti” del commercio online. Una necessità che oramai è diventata una missione di sopravvivenza.

Google c’è

L’e-commerce di prossimità è un elemento fondamentale della digitalizzazione. Permette di superare le barriere fisiche imposte dalla pandemia a vantaggio delle persone, così come dell’economia locale“. Dichiara Fabio Vaccarono, Vice President di Google e Managing Director di Google Italia.

Saranno quattro gli strumenti offerti, a partire da Google my Business. Questo strumento permette agli esercizi commerciali di avere una vetrina digitale per farsi trovare su Ricerca Google e Google Maps, semplicemente aprendo un profilo.

Google Shopping offre gratuitamente schede di prodotti. Attraverso questo servizio si potrà indicare la disponibilità di un prodotto all’utente che effettua la ricerca on line e che può facilmente individuare la presenza nelle sue vicinanze.

Un contributo concreto anche per chi vuole creare un sito web o vendere in autonomia, attraverso il servizio Grow my Store.

Infine, Google Digital Training, una piattaforma online che offre corsi gratuiti per sviluppare o acquisire nuove competenze digitali.