image_pdfimage_print

Il coronavirus può averci chiuso in casa, può aver chiuso le scuole, i musei e tutte le manifestazioni culturali. Può anche aver rinviato a data da destinarsi il Salone del Libro di Torino, ma non può fermare la cultura in se. SalTo continua e si mette a disposizione per la scuola a distanza.

SalTo per la Scuola

Nasce per supportare studenti ed insegnanti in questo periodo di chiusura delle scuole. In questi giorni complessi, durante i quali la scuola è chiamata a nuove sfide a distanza, il Salone Internazionale del Libro di Torino vuole essere parte attiva con un progetto di contenuti utili da affiancare alla didattica. L’iniziativa prevede la costruzione di una rete con i progetti e le realtà con cui da anni lavora per promuovere i libri, la lettura e la cultura.

Una sezione disponibile sul sito del Salone dove saranno consultabili lezioni, approfondimenti e link utili per i docenti. La navigazione è semplice e chiara, suddivisa in tre aree specifiche e una pagina che raccoglie progetti e attività dei partner del Salone.

Inoltre, saranno messe a disposizione le lezioni che i Piccoli Maestri stanno organizzando per aiutare i docenti col programma di letteratura italiana così come giochi di ludolinguistica sul web promossi dai Comix Games. Per i ragazzi delle scuole medie ed elementari, ancora, il Crucivirus, curato da Xkè? Il laboratorio della curiosità: tutti i giorni giochi e indizi scientifici per spiegare il virus e le sue conseguenze sulla nostra vita quotidiana ai più giovani.

Le varie sezioni di SalTo per la Scuola saranno aggiornate ogni settimana, con nuovi contenuti e rinnovati progetti, per rimanere costantemente in contatto con studenti, docenti e il suo pubblico in generale.

SalTo Diventi

SalTo Diventi, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, è uno spazio dedicato alla scuola e alle nuove generazioni ed ha l’obiettivo di continuare a coltivare la relazione e lo scambio, preservare quelle piccole comunità che sono le classi. Questa sezione abbracci altri due grandi progetti, Scuola Holden, con la sua la rete di autori, e Adotta uno scrittore, con cui il Salone porta gli autori italiani contemporanei nelle scuole e nelle carceri italiane, grazie al contributo dell’Associazione delle Fondazioni di Origine Bancarie del Piemonte con la Fondazione con il Sud.

1. Le lezioni del Salone

Durante la manifestazione nei padiglioni del Lingotto, sono tanti gli incontri di utilità didattica. SalTo ha selezionato alcuni di questi incontri che sono diventati lezioni vere e proprie. La prima ha giòà avuto luogo i l 30 aprile, a cura di Alessandro Barbero sul senso della storia e sul perché è importante studiarla. Isabella Ragonese reciterà alcune poesie di Guido Gozzano,intervallate da alcuni interventi critici dell’italianista Chiara Fenoglio.

In ricordo della recente scomparsa di Luis Sepúlveda, amico del Salone e dal Salone profondamente amato, SalTo per la scuola ripropone ai piccoli lettori, l’incontro con l’autore dedicato alla Gabbianella e il gatto e ad altri racconti per ragazzi. Nel video, insieme a Sepúlveda, la sua amica e traduttrice Ilide Carmignani ed Eros Miari.

Infine, molti contenuti rivisitati e lezioni realizzate ad hoc: da Nanni Moretti e Margherita Buy che leggono Natalia Ginzburg a Piergiorgio Odifreddi che racconta il contributo del mondo arabo per la matematica, passando per Ezio Mauro che parla della Rivoluzione d’Ottobre e il 1946 raccontato da Giovanni De Luna, fino ad arrivare alla lezione di Amitav Ghosh sui cambiamenti climatici e alla lectio di Riccardo Falcinelli sulla storia delle copertine dei libri.

salto per la scuola il logo

2. Adotta uno scrittore a distanza

Adotta uno scrittore è il progetto con cui gli autori italiani contemporanei entrano nelle scuole e nelle carceri italiane. Anche a distanza, diversi autori continuano a tenersi in relazione con i ragazzi delle scuole, attraverso incontri via web in diretta e video-lezioni. Tutti i video delle adozioni saranno resi disponibili anche alle classi che non partecipano al progetto.

Si comincia con Marco Malvaldi. In una lezione spiega i punti di incontro tra matematica e letteratura attraverso la teoria delle reti: dai trasporti per collegare le isole di un arcipelago ai rapporti tra i personaggi nei gialli di Agatha Christie. Poi Federico Taddia racconta il suo mestiere di scrittore e rivela come i ragazzi possono essere rivoluzionari, cambiando il mondo un passo alla volta.

Il progetto sarà arricchito da contributi video grazie alla generosità di, tra i tanti, Andrea Vico, Espérance Hakuzwimana Ripanti, Alessia Gazzola, Mauro Covacich, Mario Calabresi, Paola Caridi, Manlio Castagna, Gherardo Colombo.

3. Maestri di classici: Holden Classics si trasferisce online

Anche il progetto Holden Classic prosegue e diventa parte di SalTo per la scuola con lezioni on line. Hoden Classic è rivolto alle scuole superiori ed ha come obiettivo riuscire ad “addomesticare” alcuni mostri sacri della letteratura con l’aiuto di autori e insegnanti della Holden. Ognuno di loro sceglie un grande classico che ama e, in una video-lezione, racconta agli studenti tutto quel che sa di quel libro, cosa ha trovato di magico e potente in quelle pagine e perché valga la pena leggerlo. Proseguono anche gli incontri del progetto Holden Classics, e a cura della Scuola Holden.

Nella sezione Maestri di classici saranno condivise altre video-lezioni, tra le quali: Eleonora Sottili con Frankenstein; Federica Manzon con Il barone rampante; Alessio Romano con Una questione privata; Alessandro Mari con Le confessioni di un italiano e l’Orlando furioso; Martino Gozzi con Il giovane Holden; Michela Monferrini con L’isola di Arturo; Paolo Di Paolo con Il fu Mattia Pascal e Domitilla Pirro e Francesco Gallo con una lezione su Gianni Rodari.

Il Salone Internazionale del Libro di Torino per la didattica a distanza

Una nuova sezione ad hoc sul sito del Salone: consigli, contenuti originali, pillole video, progetti e grandi classici fruibili gratuitamente per aiutare studenti e docenti

Un invito alle scuole primarie a partecipare alla giuria del Silent Book Contest Junior

Il premio Silent Book Contest 2020 – Gianni De Conno Award, il primo concorso internazionale dedicato ai libri senza parole – promosso da Carthusia, Il Salone del Libro, Bologna Children’s Book Fair, il Comune di Mulazzo e l’Associazione Montereggio Paese dei Librai, IOB International Organization of Book Towns, il Centro per il libro e la lettura e IBBY Italia e per questa edizione da BPER Banca – apre una nuova sezione Junior. Accanto alla Giuria Internazionale ci sarà infatti una giuria di bambini. Il Salone invita le classi terze e quarte della scuola primaria a candidarsi come giurati. Gli alunni delle classi selezionate visioneranno on-line i 12 libri finalisti del SBC 2020 e decreteranno il loro Silent Book vincitore, che sarà annunciato al prossimo Salone e pubblicato da Carthusia.

Il 4 maggio inaugurerà inoltre la Mostra Virtuale dei 12 finalisti SBC 2020 visibile anche sul sito del Salone Internazionale del Libro di Torino e su quello della Bologna Childrenʼs Book Fair – Special Edition che si apre proprio il 4 maggio.

Link utili

SalTo per la scuola: https://www.salonelibro.it/ita/news/salto-per-la-scuola.html

SalTo Diventi: https://www.salonelibro.it/ita/il-salone/progetti/salto-diventi.html

Comics and Games: https://www.salonelibro.it/ita/il-salone/progetti/salto-diventi.html

SalTo Salone del libro di Torino