SalTo Rewind è un’occasione per parlare del Salone Internazionale del Libro. Un appuntamento che manca a grandi e piccoli lettori, soprattutto alla cultura. E seppur in maniera virtuale, la lettura non ci abbandona mai.
Fabrizio Caramagna, scrittore italiano, ha detto: “Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.” Ed oggi, per la rubrica “SalTo Rewind”, la recensione del romanzo di Marzia Sicignano “Io, te e il mare”, uscito nel 2018. (Mondadori).

Il romanzo “Io, te e il mare”

“Che poi a pensarci bene, ogni cosa bella comincia sempre da lì, dal mare.”

Marzia, giovane scrittrice, ha sempre sostenuto che il mare fosse per pochi. “Non ci portare a chiunque a vedere il mare, che è una cosa importante, non è mica da niente. Portaci, chi ti sa capire senza parlare.”
Ci sono storie che non hanno bisogno di molti protagonisti, a volte ne bastano due. Soprattutto quando si parla d’amore. Lui e lei. Lei e lui. Un quadro perfetto che vede dipinti due protagonisti che vivono in libertà con i loro sentimenti e le loro emozioni. Ma come tutte le cose, ad un certo punto, si entra dentro un vortice di insicurezze, fragilità e paura di non essere abbastanza. Un romanzo in cui prosa e versi si abbracciano, proprio come due ragazzi che incontrano l’amore per la prima volta.

“Il primo amore non si scorda mai”, abbiamo sempre sentito dire. Infatti, è sempre con l’amore che si pensa di essere felici ed invincibili. Pensare che si è capaci a tutto, persino di regalarsi il mare.
“Io, te e il mare”, infatti, è un romanzo che vi farà scoprire e rivivere l’emozione del primo amore, di quel tuffo nel pieno della vita. Anche se si sa, che non tutte le cose vanno sempre a buon fine e che tutti possiamo perdere la nostra felicità. Ma questo deve essere sempre un punto per una nuova partenza.

“Non chiamare errore qualcosa che t’ha fatto bene anche se adesso non fa altro che farti stare male.”

Dai social alle librerie

Marzia Sicignano ha ventitré anni e vive a Scafati, in provincia di Salerno. Grazie ai social ha realizzato il sogno di pubblicare un libro. Ha iniziato postando poesie sulla sua pagina Instagram che porta lo stesso nome del suo primo romanzo pubblicato da Mondadori. E’ molto seguita soprattutto grazie alla semplicità delle sue parole che sono diventate delle vere e proprie pillole di vita per i suoi fan.
Con questo romanzo abbraccia la nascita di un nuovo amore, il primo, e arriva dritta al cuore di moltissimi adolescenti.

Marzia ha pubblicato il suo primo libro poco prima dell’evento del Salone del Libro, riscontrando un grande successo.

Io, te e il mare, Marzia Sicignano.
Il logo del Salone Internazionale del Libro di Torino
il maggio dei libri