image_pdfimage_print

Non esiste solo il museo per vedere arte e l’arte non è solo appannaggio di pochi. Ci sono sculture e opere realizzate e installate in luoghi insoliti: dai deserti, ai tetti ai laghi. E vederle, in posti che con l’arte sembrano non c’entrare, è un’incredibile esperienza. È arte diffusa. In questo caso contro la violenza sulle donne. Fa pensare.

Il luogo è un supermercato. Il motivo:sensibilizzare le persone sul tema della violenza di genere e domestica. L’artista: una collettiva dell’ associazione, Artemixia. Città: Torino. Luogo: Ipercoop Parco Commerciale Dora. Art director: Rosalba Castelli.

Arte diffusa contro la violenza

A novembre, esattamente il 25, si celebra la giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. E per 3 giorni, dal 23 al 25 novembre, i corridoi dell’Ipercoop Parco Commerciale Dora di via Livorno 49 a Torino ospiteranno un percorso di arte collettiva contemporanea sul tema della violenza di genere. Percorso facente parte della seconda edizione di Rosso Indelebile, il progetto artistico e sociale nato dall’idea dell’artista e curatrice Rosalba Castelli, svolto tramite l’associazione Artemixia.

La sensibilizzazione attraverso l’arte entrerà direttamente nei luoghi della gente, per aumentare la possibilità di esercitare il suo messaggio, incontrando le persone in modo sorprendente e inaspettato mentre si recano a fare la spesa.

Arte diffusa  Rosso Indelebile nella giornata mondiale contro la violenza
Foto Simone LiGregni

L’arte mette in condizione di agire


Utilizziamo l’arte per il suo potere di arrivare alle corde emotive delle persone meglio dei numeri e delle sole parole – spiega Rosalba Castelli -. Questo tipo di arte io la chiamo arte della sensibilizzazione e ad oggi più di 40 artiste e artisti hanno apportato all’interno di questo progetto i loro contributi di Arte figurativa, performativa, musicale e teatrale.

L’arte, quindi, diventa arte della sensibilizzazione, ed esce dai luoghi elitari per entrare in mezzo alla gente, invitando a una maggiore responsabilità collettiva. Il progetto artistico Rosso Indelebile lancia il messaggio che non occorre “salvare”, ma mettere nelle condizioni di agire. Noi, con l’arte, cerchiamo di attivare questo processo, a partire dalla cultura”.

Promuovere la parità dei diritti

Claudio Cerrato e Sara Cariola, Presidente e Coordinatrice alla Cultura per Circoscrizione 4 dichiarano che : “Fare cultura, vuol dire anche promuovere la parità effettiva dei diritti e delle opportunità per tutte e tutti.

Per questa ragione la Circoscrizione 4 investe in progetti come “Rosso Indelebile”, perché la formazione di una cultura diffusa sul contrasto alla violenza di genere passa anche attraverso il rafforzamento del lavoro di rete di tutti i soggetti attivi sul territorio. Grazie quindi a nome della Circoscrizione 4 a tutti coloro che ogni giorno lavorano per non lasciare sole le donne.”

PROGRAMMA

Arte diffusa  Rosso Indelebile nella giornata mondiale contro la violenza locandina color rosso


Il 24 novembre alle ore 18, dall’altoparlante dell’ipermercato verranno diffusi messaggi riguardanti l’iniziativa e informazioni rispetto alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne. A portare i propri saluti istituzionali anche Marco Giusta, Assessore ai diritti e pari opportunità per la Città di Torino, Sara Cariola, Coordinatrice alla Cultura per Circoscrizione 4 e Claudio Cerrato, Presidente di Circoscrizione 4.


25 novembre 2020, per l’emergenza sul corona virus il diretta streaming del percorso virtuale di arte diffusa

Artisti di arte diffusa

Rosalba Castelli, Ambretta Rossi, Pamela Rosa Clot, Beatrice Sacco, Lodovica Paschetta, Deborah Joy Bormann, Luca Maria Aquilano, Giovanna Mavilia, Cecilia D’Urso, Roberta Petrone, Salvatore Varveri, Claudia Guccione.

Antonio Dibennardo, Tiziana Bussolini, Sara Melis, Sara Francesca Molinari, Claudio Bellino, Marake, Vadis Bertaglia, Angelo Caforio, Pamela Sara, Carola Palazzi Trivelli

L’evento è realizzato grazie al sostegno e la collaborazione di Circoscrizione 4 della Città di Torino, Parco Commerciale Dora e Ipercoop Nova Coop e il patrocinio di Regione Piemonte e Città di Torino

Previous articleE Canova cade sotto la censura dei social. Il fenomeno spiegato dal professor Di Pietrantonio
Next articleDream hit il contest per artisti parte dal live in diretta dal Fabrique di Milano
Monica Col
Vicedirettore di Zetatielle Magazine e responsabile della sezione Arte. Un lungo passato come cronista de “Il Corriere Rivoli15" e “Luna Nuova”. Ha collaborato alla redazione del “Giornale indipendente di Pianezza", e di vari altri giornali comunali. Premiata in vari concorsi letterari come Piazza Alfieri ( 2018) e Historica ( salone del libro 2019). Cura l’ufficio stampa di Parco Commerciale Dora per la rassegna estiva , del progetto contro la violenza di genere promosso da "Rossoindelebile", e della galleria d’arte “Ambulatorio dell’Arte “. Ha curato l'ufficio stampa e comunicazione del Movimento artistico spontaneo GoArtFactory per tre anni. Collabora sempre come ufficio stampa in determinati eventi del Rotary distretto 2031. Ė Presidente dell 'Associazione di promozione sociale e culturale "Le tre Dimensioni ", che promuove l' arte , la cultura e l'informazione e formazione artistica in collaborazione con le associazioni e istituzioni del territorio. Segue la comunicazione per varie aziende Piemontesi. Dice di sé: “L’arte dello scrivere consiste nel far dimenticare al lettore che ci stiamo servendo di parole. È questo secondo me il significato vero della scrittura. Non parole, ma emozioni. Quando riesci ad arrivare al cuore dei lettori, quando scrivi degli altri ma racconti te stesso, quando racconti il mondo, quando racconti l’uomo. Quando la scrittura non è infilare una parola dietro l’altra in modo armonico, ma creare un’armonia di voci, di sensazioni, di corse attraverso i sentimenti più intensi, attraverso anche la realtà più cruda. Questo per me è il vero significato dello scrivere".