image_pdfimage_print

In arrivo per le famiglie italiane un bonus di 500 euro per l’abbonamento internet, per supportare didattica a distanza e smart working

Smart working e didattica a distanza. Sembrano due soluzioni facili e utili adottate per evitare rischi di contagio e la massima attenzione nel non creare contatti. Ma per qualcuno è un problema perchè non tutti hanno internet in casa e non tutti se lo possono permettere. Purtroppo, inoltre, molti sono rimaste senza lavoro e il nuovo lockdown sta mettendo seriamente a rischio il tenore di vita di molte famiglie italiane.

Tra i tagli alle spese che si è costretti a fare, la bolletta ad un abbonamento internet di casa diventa un lusso al quale molti decidono di rinunciare e si fanno bastare i giga a disposizione nel cellulare.

Con le nuove disposizioni in merito alla sicurezza, internet da una semplice necessità è diventato un servizio indispensabile.

Come chiedere il bonus

Il bonus abbonamento internet nasce per far fronte all’emergenza Covid. Sarà associato alla banda larga e all’acquisto di un tablet o di un pc. Ma attenzione, non tutti potranno averne diritto.

Innanzitutto, il bonus consiste in uno sconto sul canone di abbonamento internet per servizi di connettività a banda ultralarga su nuove attivazioni di utenze di rete fissa,contestualmente all’acquisto di un pc o di un tablet. Non valgono i cellulari.

Non si chiede alle istituzioni, quindi nessuna domanda ai ministeri, come per il bonus monopattino, ma ci si deve rivolgere alle compagnie telefoniche accreditate. Per dovere di cronaca, gli operatori accreditati hanno presentato offerte approvate dalla Infratel Italia, la società del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) incaricata dell’attuazione dei piani banda larga e ultra larga del Governo (fonte ansa.it).

Il bonus abbonamento varia a seconda dell’operatore e dell’offerta a cui aderirete: i 500 euro si distribuiranno tra l’attivazione di internet a banda larga, che darà diritto a uno sconto da 200 a 400 euro, e l’acquisto di pc e tablet, che genera invece uno sconto che va da 100 a 300 euro.

Chi può richiederlo

Innanzitutto possono aderire anche tutti coloro che hanno già internet in casa, passando però all’attivazione di un servizio di banda larga e acquistando un nuovo pc o tablet, che sarà incluso nell’offerta dell’operatore.

Per accedere al bonus abbonamento internet bisogna avere un ISEE inferiore a20mila euro. Non è necessario essere registrati sui siti gestiti da Infratel Italia, ma gestire l’acquisto con uno degli operatori abilitati (ad esempio, TIM, Vodafone, Tiscali, WindTre). Lo sconto diretto avviene al momento dell’apertura del contratto di attivazione della linea internet, legata all’acquisto di un dispositivo pc o internet.

Al momento si stima che potranno beneficiarne circa 400mila famiglie, ma il Governo ha già anticipato la possibilità di estendere, nei prossimi mesi, questa offerta anche a famiglie con ISEE fino a 50mila euro, e alle imprese.