Che cos’è l’obesità? L’obesità è una condizione fisica che rientra nelle categorie delle malattie poiché è un accumulo patologico di grasso corporeo che, se non viene controllata e fermata, porta a conseguenze gravi sulla salute. Queste conseguenze possono portare anche alla morte nei casi più estremi di obesità perché spesso questo grasso in eccesso va ad intaccare anche gli organi vitali. Spesso il cuore è quello che ne risente di più ed è proprio l’organo che ci da la vita, ma ce la può anche togliere se non viene trattato nel giusto modo. Si stima che nel mondo, i decessi attribuibili all’obesità sono almeno 2.8 milioni l’anno. Questo problema però è attribuibile spesso alle cattive abitudini delle persone nello stile di vita generale che seguono.

Quando si è considerati obesi?

Innanzitutto si deve parlare di IMC o BMI (body mass index ) che è l’indice di massa corporea con il quale si stabilisce la condizione di sovrappeso  o obesità in base al valore calcolato. Questo indice IMC è il valore che si trova dividendo il peso in kg con il quadrato dell’altezza espressa in metri. Ovviamente non è così preciso perché non tiene conto della percentuale di massa grassa e magra e della distribuzione del grasso nel corpo. In ogni caso l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato che si è in sovrappeso quando si ha un IMC da uguale o superiore a 25 fino a 29.99 invece si è obesi quando questo arriva a 30 o superiore. La cosa sconcertante è che sempre più giovani sono obesi e secondo l’OMS ,addirittura, nel 2011 c’erano nel mondo oltre 40 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni in sovrappeso.

Perchè i giovani possono soffrire di obesità?

Parto da delle esperienze personali. Spesso quando vado al mare in spiaggia o in giro nei luoghi affollati mi ritrovo famiglie che danno ai propri figli pacchetti di patatine interi come spuntini o pizza ad ogni ora. Questo non significa che la causa dell’obesità o del sovrappeso è la pizza o le patatine, ma sta solo ad indicare le cattive abitudini delle persone che hanno a che fare con bambini in piena età della sviluppo.

Non è lo spuntino sbagliato una volta che fa di questo un problema, ma è l’accumulo di tutte volte che si mangia male durante tutta una settimana che mi fa arrivare a tirare le somme degli sgarri fatti. La caramella, la brioche, un trancio di pizza, un sacchetto di patatine ecc, accumulate fanno sì che il nostro corpo ingrassi. Quindi, quando dite “mangio il gelato… per una volta” e magari avete detto la stessa frase per altri alimenti che fanno ingrassare, in quel momento dovete capire che state già seguendo un regime alimentare che vi porterà ad essere in sovrappeso.

Si può prevenire e curare?

Assolutamente sì è prevenibile seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato ed è curabile grazie a metodi naturali come corretta alimentazione e giusto allenamento. Quindi la chiave per uscire da uno stato di obesità è in primis il lifestyle di cui vi parlo spesso. Un corretto stile di vita equilibrato, comprensivo di una rieducazione alimentare, vi porterà a fare un passo indietro da questa condizione di obesità. Non ci sono formule magiche per perdere peso ma solo tanta determinazione in tutto ciò che dev’essere il percorso per uscire da questo stato di forma. La prima cosa che si deve fare è valutare la gravità del livello di obesità dopodiché si studierà un programma completo.

Arrivare al brucia grassi non sarà semplice perché si deve rieducare la persona sia fisicamente che mentalmente. Non è impossibile e quindi ci si deve solo convincere che essere sovrappeso o obesi è rischioso per la salute. Non solo per chi ne soffre ma anche chi ci sta vicino sicuramente non avrà vita semplice.

Ci sono delle linee guida da seguire?

Sicuramente vi posso dare dei consigli generali che possono aiutare tutti. La prima cosa da fare è convincersi di avere un problema e dopo essere determinati a risolverlo. Sicuramente il movimento fisico aiuterà ad abbassare il peso e non solo, ci aiuterà anche a salvaguardare le articolazioni e la schiena nonché la salute degli organi interni.

Seguire un’alimentazione sana ed equilibrata che varierà in base ai progressi che si otterranno durante la programmazione. Non privarsi subito dei famosi sgarri perché, per esperienza, vi dico che è deleterio per chi non è abituato a seguire una dieta. Quindi tenere gli sgarri una volta a settimana nel primo periodo e man mano arrivare a toglierli fino a che non si avrà il pieno controllo della nostra testa e del senso di fame. Il senso di fame però diventerà un nostro caro amico perché ci sarà sempre e starà a noi imparare a conviverci senza cedere.  Quindi la chiave del successo è sempre la stessa , determinazione e voglia di stare bene sempre.

Per saperne di più visitate la pagina ufficiale Facebook