Il restauro dell’ultima Cena conservata in Duomo a Torino, un percorso tattile nell’arte per non vedenti e la consegna di due borse di studio. Questi i regali sotto l’albero del Rotary Distretto 2031, in favore di arte e cultura.

L’occasione è quella delle feste natalizie, ma in realtà, oltre a canti, panettone e bollicine di rito, sarà, per il Distretto 2031 del Rotary, un momento di grande importanza. La data è quella di domenica 15 dicembre. La cornice è quella del Duomo di Torino, la tela è quella di Leonardo da Vinci. Il protagonista è il valore, declinato in tutte le forme. Attori, i giovani del Politecnico di Torino e dell’Accademia Albertina.

Il restauro del Rotary all’Ultima cena

Ebbene si! Anche Torino ha il suo Leonardo. Ha la sua “Utima Cena“. E si trova precisamente in Duomo a Torino. È una delle migliori copie leonardesche del Cenacolo. Eseguita dal maestro vercellese Luigi Gagna. Presente sopra il portale di ingresso e fedele all’originale anche nelle misure. La pesantissima tavola del 1827 (900kg) fu voluta da re Carlo Felice per collocarla in un salone del Palazzo Reale dove il Giovedì Santo il re lavava i piedi a dodici poveri.
Fu poi donata al Duomo da Carlo Alberto nel 1835.

Il dipinto dell última cena oggetto di restauro da parte del Rotary
Il Cenacolo del Gagna presente in Duomo a Torino

Ora l’intento del Rotary Distretto 2031 di Torino è quello di restaurare questa splendida opera in occasione della ricorrenza del Cinquecentenario di Leonardo. Il progetto, che sarà illustrato domenica 15 dicembre in Duomo, a Torino, prende il nome “da Leonardo”. Un tributo a Leonardo Sicuramente, ma anche all’arte, alla bellezza, a Torino.

L’arte a disposizione dei non vedenti

Un altro progetto che sarà presentato in Duomo domenica dal Rotary è il “ percorso tattile nell’arte per non vedenti”. Primo percorso studiato per far “toccare” e conoscere l’arte anche al pubblico dei non vedenti. In collaborazione con gli studenti del Politecnico di Torino e l’Accademia Albertina di Belle Arti. Un modo per avvicinare tutti all’arte. E un modo per dire che l’arte deve essere a disposizione di tutti.

La Governatrice Matrotisi, attenzione a cultura giovani e diversità

L’attenzione del Rotary in queste imminenti feste va alla cultura, alla diversità e ai giovani- dichiara la Governatrice del distretto 2031, Giovanna Mastrotisi -. Con il progetto Da Leonardo vogliamo dare sostegno e valore a chi ha avuto valore. Un valore riconosciuto dal mondo intero. Torino possiede, in Duomo, questo dipinto su tavola.  Restaurarlo vuol significare riconsegnare alla città il messaggio del Bello di Leonardo. I giovani sono stati scelti come attori attivi, nel loro momento di formazione, per affrontare alcune difficoltà dell’uomo come la cecità. Per cui gli studenti del Politecnico e dell’Accademia operano per trasmettere anche a chi non vede il messaggio di bellezza e l’emozione dell’arte portando in tridimensionale il Cenacolo”.

La Governatrice Matrotisi con tre membri Rotariani infila sul palco di un teatro con dietro il sipario rosso e loro sono vestiti da gran galà

Festeggia con Rotary

Domenica 15 dicembre il Rotary distretto 2031 (Piemonte e Valle d’Aosta) invita tutti in Duomo a Torino. L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Dalle ore 15.00 alle ore 19.30 circa, presso il Duomo di Torino, Concerto del Gruppo Vocale Cordis Jubilo
Presentazione del progetto “da Leonardo” che prevede il restauro, a cura del Distretto Rotary 2031, della copia dell’ “Ultima Cena“.
Percorso tattile nell’arte per non vedenti, primo percorso studiato per far “toccare” e conoscere l’arte anche al pubblico dei non vedenti.
Consegna di riconoscimenti e borse di studio a due ricercatori del territorio già riconosciute con Menzione a Pisa nell’ambito del premio Galileo Galilei. Visita al Museo Diocesano

Brindisi finale “Panettone e bollicine nella cultura”.

La foto copertina è di Tina Rossi ph