image_pdfimage_print

Sarà una domenica all’insegna dell’arte, della letteratura, del Medioevo e di Dante quella prevista per domenica 27 giugno in piazza Mautino a Giaveno. Si conclude infatti l’evento espositivo “Giaveno 700 passi d’arte nell’Amor di Dante” promosso dall’Associazione culturale Le Tre Dimensioni con la collaborazione della Città di Giaveno. Questo nell’anno in cui ricorrono i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, poeta, prosatore, teorico letterario e pensatore politico fiorentino vissuto fra il XIII e il XIV secolo.

Per tutta la giornata, dalle ore 10.30 alle 18.00, le opere che hanno partecipato alla rassegna resteranno esposte, in piazza Mautino. L’iniziativa 700 passi d’arte nell’Amor di Dante con il linguaggio dell’arte ha voluto omaggiare il Sommo Poeta e la sua opera con la presentazione di una mostra diffusa di dipinti, sculture, disegno e altre creazioni ospitate nelle vetrine e nei negozi di caffè e attività commerciali di artigianali di Giaveno dal 15 maggio scorso e per oltre un mese.

Arte in piazza a Giaveno, un angolo di Medioevo nel segno di Dante.
Opera di Ezio Giay

Arte come sinergia e ripartenza collettiva

Settecento passi d’arte nell’ amore di Dante è stata una rassegna che ha lasciato un segno profondo dentro tutti noi.. – dichiara Monica Col presidente delle Tre Dimensioni -. Ha messo in luce creatività, spirito di partecipazione, voglia di ripartenza e di creare nuove sinergie. L’ arte ha unito in un filo che non può che continuare ad allungarsi vie, piazze, negozi, commercianti, artisti, cittadini … È stato un successo di pubblico e partecipazione, ma essenzialmente un successo di persone. Le persone che hanno fatto sì che una città intera fosse piena di arte e letteratura, all’ insegna della ripresa “.

L’evento ha raggiunto circa 300.000 persone tra visitatori, condivisioni e visualizzazioni sulle maggiori piattaforme Social e stampa. Oltre 90 le opere partecipanti. E.altrettante le vetrine e le attività coinvolte.Fra centro città e borgate Ponte Pietra, Maddalena e Sala e più di 40 gli artisti e le artiste aderenti, con una grande presenza di autori giavenesi. Hanno inoltre partecipato i Centri diurni disabili CreAbile di Giaveno e quelli della Cooperativa Sociale La Rondine di Collegno e Piossasco con il laboratorio d’arte di Giovanna Ciquera

Un atmosfera da Medioevo con le musiche celtiche di Martina Merlo.

Domenica 27 giugno, quindi, ci sarà ancora una volta un unione tra cittadini, visitatori, commercianti, artisti e altre realtà territoriali in un percorso d’arte immaginato e immerso in un atmosfera da vero medioevo. A fare da colonna sonora per tutto il tempo, in attesa della consegna degli attestati alle ore 15.30, da parte di Amministrazione Comunale e Associazione Le Tre Dimensioni, Martina Merlo Celtic Harp Medieval Zither.

Arte in piazza a Giaveno, un angolo di Medioevo nel segno di Dante. Martina Merlo Celtic Harp Medieval Zither
Martina Merlo con la sua Arpa BRISEIDE

Amo talmente suonare che riesco a donarmi felicità da sola e non me ne capacito – spiega Martina -. Il problema è che non so se anche chi mi ascolta prova minimamente le mie sensazioni… Qualcuno me lo sa dire?“. L’artista attende quindi il pubblico di grandi e piccini per esibirsi con la sua Arpa BRISEIDE in un repertorio di musiche celtiche.

La ripartenza di cultura e turismo

“Siamo contenti di aver ripreso la programmazione delle iniziative culturali e turistiche con questa iniziativa che ha sposato e portato nella comunità l’omaggio a uno dei personaggi più importanti della letteratura italiana. Giaveno ha ricordato Dante e lo ricorderà ancora nella programmazione estiva con tre appuntamenti sulla Divina Commedia – dice l’Assessore alla Cultura e Turismo Edoardo Favaron – . Ringrazio l’Associazione Le Tre Dimensioni e tutti i soggetti coinvolti. E mi congratulo con gli artisti per la bellezza delle opere esposte e per l’originalità di molte”.

Arte in piazza a Giaveno, un angolo di Medioevo nel segno di Dante.

La presenza delle opere nei negozi e attività ha offerto al pubblico nelle settimane di maggiore restrizione a causa della pandemia di poter fruire di un messaggio culturale disponibile in sicurezza. Da compiere e ripetere in modo libero. Portando a conoscere di più le attività presenti localmente. Dal negozio di prodotti alimentari, all’erboristeria, al caffè, alla parrucchiera, al fotografo, alla tintoria e tante altre.

Un esperienza di collaborazione

Un’esperienza di collaborazione con i commercianti e i titolari e conduttori di attività riuscita quella condotta con “Giaveno 700 Passi d’arte nell’Amor di Dante” – commenta l’Assessore al Commercio Marilena Barone – . Il numero di adesioni è stato molto alto. Alcuni hanno richiesto di poter avere un’opera da esporre a manifestazione avviata, il che dimostra l’interesse suscitato dall’iniziativa.”

I patrocini

Inserita nella Rassegna internazionale “Il maggio dei libri”, riconosciuta dal Ministero della Cultura la manifestazione ha avuto il patrocinio di Regione Piemonte e della Città Metropolitana di Torino. È stata condivisa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo, dall’ Assessorato al Commercio e Assessorato alle Associazioni e Politiche Sociali e l’apporto dell’Ufficio Comunicazione e Progetti e di quello Turistico della città di Giaveno.

Arte in piazza a Giaveno, un angolo di Medioevo nel segno di Dante.